Home . Lavoro . Sindacato . FederlegnoArredo incontra imprese comasche, insieme si cresce

FederlegnoArredo incontra imprese comasche, insieme si cresce

SINDACATO
FederlegnoArredo incontra imprese comasche, insieme si cresce

Il presidente Orsini con il gruppo di imprenditori

Il presidente di FederlegnoArredo, Emanuele Orsini, ha incontrato le aziende del gruppo legno arredo di Unindustria Como, guidato da Alessandro Maroni. Un incontro importante, a cui ha partecipato anche il presidente di Unindustria Como, Fabio Porro, tappa del viaggio che il presidente Orsini, al primo anno di mandato, sta intraprendendo nei distretti, per ascoltare gli imprenditori e rimetterli al centro. Un’iniziativa apprezzata, che ha visto la presenza, nella sede di Unindustria Como, di una trentina di imprese, molto rappresentative del comparto.

Diversi i temi proposti dal presidente Alessandro Maroni nella sua introduzione nel corso dell’appuntamento dal titolo 'Fare sistema per essere più forti'. Da quello dell’identità d’area, che si conserva nel tempo solo se i prodotti continuano ad avere un significato e valore intrinseco, a quello delle dimensioni aziendali e la relativa governance; quello della competizione campanilista, che ricorda il confronto propositivo tra i Comuni italiani rinascimentali, che non deve mai uscire dall’alveo di una sana concorrenza, pena l’indebolimento di tutto il sistema.

E, ancora, quello della sussidiarietà tra aziende dello stesso comparto, in momenti di difficoltà, e la responsabilità del non lasciare indietro nessuno. Quello, molto sentito, della formazione: punto focale di investimenti e attenzioni, che riguardano direttamente le risorse, gli studenti di oggi, che saranno il futuro del sistema.

Il presidente Orsini ha raccolto idee, esperienze e stimoli dal tavolo lariano, insistendo sulla necessità della partecipazione imprenditoriale, per costruire insieme le politiche che decideranno il futuro di tutti. "Ascoltare le esigenze dei territori -ha affermato Sebastiano Cerullo, direttore generale di FederlegnoArredo- è il punto di partenza per risolvere i problemi e rimettere l’impresa al centro".

"L’area di Como -ha ricordato Orsini- è un pezzo importante e influente del nostro mondo. Solo lavorando insieme possiamo crescere, conoscerci, e portare alle istituzioni le istanze di coloro che rappresentiamo". La parola d’ordine è guardare al futuro insieme, crescendo anche grazie a uno scambio di best practices tra i vari distretti. Come ad esempio il polo formativo del legno arredo, un esempio di eccellenza da valorizzare sempre più, ed esportare anche in altre regioni. "Il nostro centro studi -ha proseguito Orsini- ha stabilito che da oggi al 2020 il nostro settore vedrà l’uscita di 24mila addetti, e l’ingresso di 31mila. Si parla di un saldo positivo di oltre 7mila persone: la formazione di questi ragazzi deve essere la nostra priorità".

Oltre che sulla formazione, Orsini si è confrontato anche sul tema dell’export: "Nel nostro settore -ha assicurato- ci sono aziende piccole che fanno fatica ad andare all’estero. Stiamo cercando di aiutarle con interventi come il bonus mobili, che in parte compensano questa difficoltà. Insieme possiamo crescere, fare in modo che la nostra voce sia sempre più ascoltata. Per questo abbiamo bisogno di ciascuno di voi".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI