Home . Lavoro . Sindacato . Giorgio Gori incontra Cida, da manager un contributo decisivo per la politica

Giorgio Gori incontra Cida, da manager un contributo decisivo per la politica

SINDACATO
Giorgio Gori incontra Cida, da manager un contributo decisivo per la politica

Giorgio Gori

“Incontro i manager perché sono convinto che la politica commetterebbe un errore se non si avvalesse delle competenze di chi gestisce aziende grandi e piccole e sa far funzionare la macchina della pubblica amministrazione”. Lo ha detto Giorgio Gori, candidato per il centrosinistra alla presidenza della Regione Lombardia, durante un incontro pubblico organizzato a Milano dalla Cida, la Confederazione dei dirigenti e delle alte professionalità pubbliche e private.

“Conosco bene il mondo manageriale, da cui provengo -ha affermato Gori- e so quale contributo di professionalità, idee e capacità progettuale può dare a chi gestisce la cosa pubblica. Condivido, quindi, la scelta di Cida di proporre occasioni di conoscenza e di confronto. Occasioni nelle quali ritengo che la politica debba anche dimostrare di saper ascoltare le proposte provenienti da una realtà che è un vero e proprio ‘concentrato’ di competenze e capacità”.

“La Cida -ha sottolineato il presidente nazionale, Giorgio Ambrogioni- con oggi ha aperto una fase nuova del suo modo di fare rappresentanza. Una fase più impegnativa ma fortemente voluta dai nostri iscritti e dai nostri associati. Abbiamo deciso di ‘fare politica’, ovvero di confrontarci con i candidati politici nazionali e locali, sulle cose concrete da fare, sulle idee e sui progetti".

"Cida -ha chiarito- è, e resta apartitica, ma non vogliamo sottrarci per responsabilità e senso di appartenenza allo Stato, a svolgere un ruolo pro-attivo in un momento nevralgico per la vita del Paese. La prossima campagna elettorale nazionale e gli appuntamenti elettorali più significativi a livello locale, saranno banchi di prova per noi manager, per le nostre proposte e per le nostre analisi su ‘cosa fare’. Ma lo saranno soprattutto per la politica e i suoi rappresentanti, chiamati a prendere impegni sui quali saranno poi valutati e giudicati”.

“Il dialogo con la politica è naturale per i manager -ha spiegato Franco Del Vecchio, segretario di Cida Lombardia- perché quotidianamente impegnati a costruire e generare valore. Questa loro attitudine, oggi più che mai, deve servire come supporto alla politica per una buona gestione della cosa pubblica, per colmare i gap che ancora ci separano dalle econome più avanzate e, soprattutto, per ridare fiducia al Paese”.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI