Home . Lavoro . Sindacato . Cida incontra candidati a presidenza Regione Lazio

Cida incontra candidati a presidenza Regione Lazio

SINDACATO
Cida incontra candidati a presidenza Regione Lazio

Proseguono gli incontri fra manager e i candidati alla presidenza delle Regioni: dopo Lombardia e Toscana, è il Lazio ad essere il ‘palcoscenico’ per un confronto diretto fra i politici in lizza per il ruolo di presidente regionale e i dirigenti pubblici e privati rappresentati da Cida.

A dare il via ai tre ‘faccia a faccia’ è Jean Leonard Touadi, candidato di Civica popolare alla guida della Pisana. L’appuntamento è fissato per mercoledì 21 febbraio, alle 16,30, presso la sede di Cida, in via Barberini 36. Ad aprire i lavori sarà Licia Cianfriglia, segretario Cida Lazio, cui seguiranno le domande dei manager al candidato, che risponderà ed esporrà le sue proposte programmatiche per la Regione. A chiudere i lavori sarà Giorgio Ambrogioni, presidente nazionale di Cida.

Il secondo appuntamento - venerdì 23 febbraio, alle 10-30, sempre presso la sede della Cida - è con Roberta Lombardi, candidata del Movimento 5Stelle. Anche in questo caso, è prevista l’introduzione di Licia Cianfriglia che, insieme ai manager presenti all’incontro, esporrà le idee di Cida per un ‘buon governo’ regionale. Seguiranno le tesi dell’esponente ’grillina’ e le sue risposte alle domande della platea. Il presidente di Cida, Giorgio Ambrogioni, chiuderà i lavori.

Il terzo incontro - lunedì 26 febbraio, ore 16,30, presso la Cida - è con Stefano Parisi, candidato di Energie per l’Italia alla presidenza della Regione Lazio. Dopo l’introduzione del segretario Cida Lazio e il confronto fra Parisi e i manager di Cida, a trarre le conclusioni dei lavori sarà Roberto Saliola, presidente di Manageritalia Roma.

“Abbiamo voluto dar vita -spiega il presidente di Cida, Giorgio Ambrogioni- a una serie di incontri diretti, senza intermediari, fra i candidati alla presidenza delle Regioni e i manager. Una scelta fatta e supportata a livello nazionale e poi declinata nei territori, per consentire ai nostri iscritti di avvicinare il candidato alla presidenza della propria Regione e valutarne così la bontà dei programmi, la capacità di esporli e la competenza nell’affrontare i problemi. Insomma, un’occasione irripetibile per ‘’testare’ la leadership dei candidati e verificarne di persona le potenzialità a guidare una macchina così complessa quali sono le Regioni. A prescindere dai personali orientamenti politici per noi resta decisivo il giudizio basato su merito, competenza ed etica della politica”.

Cida è la Confederazione sindacale che rappresenta unitariamente a livello istituzionale dirigenti, quadri e alte professionalità del pubblico e del privato. Le Federazioni aderenti a Cida sono: Federmanager (industria), Manageritalia (commercio e terziario), Fp Cida(funzione pubblica), Cimo (sindacato dei medici), Sindirettivo (dirigenza Banca d’Italia), Fenda (agricoltura e ambiente), Fnsa (sceneggiatori e autori), Federazione 3° Settore Cida, Fidia (assicurazioni), Saur (Università e ricerca), Sindirettivo Consob Cida (dirigenza Consob), Sumai-Assoprof (medici ambulatoriali).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.