Balneari, sport e wi-fi per i bagnanti 2018

"Il cliente degli stabilimenti balneari quest'anno ha voglia di muoversi e sudare. Non per il caldo, ma per l'attività fisica". Lo dice a Labitalia Simone Battistoni, presidente Sib Emilia Romagna, e vicepresidente nazionale del Sindacato balneari. "Quasi tutti gli stabilimenti -spiega- propongono pacchetti sportivi. Pilates, yoga, spinning sono tutti sport che non possono mancare in una giornata al mare". "Ormai -sottolinea- i turisti italiani non si accontentano più di cabina, ombrellone e lettino. Anche l'animazione per i più piccoli è superata, anzi scontata. Si chiede un'attività sportiva ad hoc: forte e rilassante allo stesso tempo".

Così, continua Battistoni, "la categoria si è attrezzata e accanto a bagnini e animatori sono stati 'assoldati' istruttori sportivi: i clienti che partecipano ai 'mini corsi' appartengono a diverse fasce di età e sono pronti a scendere sul tappetino a qualsiasi ora". "Un altro servizio -ammette- super richiesto è il wi-fi. Tra play station e social i bagnanti sono quasi sempre 'attaccati' al cellulare o al tablet. Tra moda e necessità gli esercenti non possono proprio fare a meno di fornire il wi-fi gratuito, la cui richiesta supera l'uso della piscina e delle aree ristoro".

"Il caldo -sottolinea- sta facendo riprendere la stagione. Anche se non possiamo parlare di un vero e proprio calo delle presenze sulle nostre spiagge, non possiamo non ammettere che abbiamo sofferto non poco per il maltempo. Maltempo e anche previsioni: gli italiani ormai sono sempre più oculati e sono sempre più orientati verso una spesa oculata. Non ci si muove se le previsioni non sono buone, con il risultato che se invece il sole c'è lo stabilimento ci perde un'intera giornata, a volte anche un fine settimana". "In generale -sottolinea Battistoni- gli abbonamenti mensili sono andati bene. Oltre ai clienti abituali ci sono anche i nuovi attratti dalle ottime proposte economiche dei pacchetti all inclusive, ovviamente sportivi".