Home . Lavoro . Start-up . Con la start up Bed&Care il turismo accessibile ovunque

Con la start up Bed&Care il turismo accessibile ovunque

Premiata da Petroleum, promosso da Fondazione Obiettivo Lavoro

START-UP
Con la start up Bed&Care il turismo accessibile ovunque

Si chiama Bed&Care ed è una vera e propria piazza virtuale in cui disabili e anziani possono prenotare operatori e servizi specializzati anche in vacanza. Non un semplice sito di prenotazione alberghi, ma un vero e proprio global service che rende la vacanza accessibile davvero ovunque, proponendo lo scambio casa tra persone con problematiche simili, o strutture che se non sono adeguate vengono attrezzate ad hoc, con costi e contenuti.

Bed&Care è uno dei tre vincitori del concorso Petroleum, promosso dalla Fondazione Obiettivo Lavoro in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture. Il premio è stato consegnato questa mattina al ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali a Serena Stefanoni e Pier Fabrizio Salberini, ideatori e i promotori di questo modello integrato di turismo assistito e accessibile.

"L'idea -dice Stefanoni a Labitalia- è nata dal dato che in Europa circa 100 milioni di persone con disabilità o anziane sono propense a viaggiare, spesso assieme alle proprie famiglie o con i propri assistenti. E i dati indicano come le maggiori difficoltà riscontrate da queste tipologie di viaggiatori siano di tipo economico oltre che di comfort durante il soggiorno. Bed & Care nasce per rispondere a queste esigenze attraverso l’integrazione dell’offerta turistica accessibile con i servizi di assistenza alla persona presenti sul territorio".

Alla start up romana Bed&Care 'Petroleum' ha assegnato un contributo economico di 20.000 euro e consulenze aziendali del valore di altri 20.000 euro. Bed&Care promuove, oltre all'assistenza alla vacanza confortevole, lo sviluppo di una rete di scambio casa (house sharing) tra persone con disabilità simili, per offrire alla persona con disabilità o anziana la possibilità di godere di una vacanza a basso costo all’interno di un ambiente già allestito per rispondere alle sue esigenze.

Serena Stefanoni e Pier Fabrizio Salberini, sposati e con due figli, vengono da altre esperienze lavorative: lei è un’ex manager dell’area finanza nel settore fotovoltaico e delle energie rinnovabili, lui è un operatore socio sanitario che da oltre dieci anni lavora con malati cronici e terminali.

Bed&Care è on-line - www.bedandcare.com - con un progetto pilota che prevede di realizzare la prima piazza virtuale di servizi alle persone anziane e disabili dedicata al turismo e ha iniziato la campagna di promozione della rete di house-sharing espressamente pensata per persone con disabilità simili. "Con queste premesse, e con l’appoggio di Obiettivo Lavoro, esiste l’occasione di portare avanti un progetto che vuole avere un impatto sociale ampio e fortemente innovativo. Di portarlo avanti con una squadra che crede che si possa fare impresa guardando agli interessi degli altri, cercando di soddisfare dei bisogni che sono, in questo caso, anche dei diritti", conclude Stefanoni.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI