Home . Magazine . Cybernews . Spazio, Esa rinnova accordo con Lenovo per mappare la Via Lattea

Spazio, Esa rinnova accordo con Lenovo per mappare la Via Lattea

CYBERNEWS
Spazio, Esa rinnova accordo con Lenovo per mappare la Via Lattea

(Foto Lenovo)

L'Agenzia Spaziale Europea rinnova la partnership con Lenovo per mappare la Via Lattea. Dopo quasi cinque anni di utilizzo delle soluzioni data center del produttore di computer cinese, l'Esa "continua ad affidarsi a Lenovo NeXtScale per processare i grandi volumi di dati generati dal 'Progetto Gaia' per mappare la Via Lattea". Ad annunciarlo è Lenovo che continuerà così ad avere un ruolo tecnologico in pole nel progetto spaziale, lanciato il 19 dicembre 2013, che ha l’obiettivo di fornire una comprensione dell’origine e dell’evoluzione del cosmo migliore, registrando miliardi di stelle e generando la mappa della Via Lattea più accurata mai realizzata fino a oggi.

"Per compiere un censimento stellare senza precedenti, il progetto richiede una tecnologia all’avanguardia che consenta la gestione accurata e senza errori di un volume ampio di informazioni" rimarca il colosso asiatico. La tecnologia Lenovo NeXtScale, spiega, "elimina i problemi legati alla gestione di una grande quantità di dati e offre prestazioni elevate, efficienza e flessibilità massime".

Già dal 2011 Lenovo lavora con il Centro Astronomico dell’Agenzia Spaziale Europea, in particolare sulla missione Gaia, "per semplificare il processo di generazione dei dati scientifici per l’intera durata del progetto". Il lavoro di data processing, spiega il produttore di personal computer, "è un elemento essenziale per ottenere il file con i dati finali di Gaia, che al completamento della missione raggiungerà la dimensione di più di un petabyte, pari ad un milione di gigabyte o l’equivalente di circa 200.000 DVD".

La collaborazione di Lenovo con l'Esa "dimostra l’impegno costante profuso dalla società nei confronti del segmento dell’High Performance Computing". Ma nelle attività del colosso cinese non c'è solo lo spazio. Proprio lo scorso anno, la società ha inaugurato il proprio Global HPC Innovation Centre a Stoccarda per lo sviluppo e la promozione della ricerca e per l'analisi comparativa delle applicazioni.

Dal 2015, inoltre, Lenovo fa parte dell’European Technology Platform for High-Performance Computing, il think-tank che punta ad avere una parte attiva nell’individuazione delle priorità di ricerca e delle azioni necessarie a supportare la Commissione Europea nell'elaborazione dei dati che giocano un ruolo cruciale nella crescita economica europea.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.