Home . Magazine . Cybernews . Ransomware cyberminaccia sempre maggiore, in sei mesi +172%

Ransomware cyberminaccia sempre maggiore, in sei mesi +172%

Boom anche per business email compromise, 3 mld dollari perdite

CYBERNEWS
Ransomware cyberminaccia sempre maggiore, in sei mesi +172%

(foto dal sito Trend Micro)

Nei primi sei mesi dell'anno i ransomware sono cresciuti del 172%, confermandosi come la peggior minaccia e le perdite causate dalle truffe 'business email compromise' sono arrivate a 3 miliardi di dollari. Inoltre sono state registrate circa 500 vulnerabilità in diversi prodotti software. Sono alcuni dei dati emersi dal report semestrale di Trend Micro, nel quale si sottolinea come, a causa dei ransomware, siano andati persi 209 milioni di dollari. Solo in Italia, si legge ancora, ne sono stati identificati 3.667.384.

Nel dettaglio, si legge nel documento diffuso dall'azienda specializzata in sicurezza informatica, le truffe 'BEC' si sono diffuse in tutto il mondo. L'Fbi ha contato oltre 22.000 vittime nella prima metà del 2016 e i danni provocati ammontano a 3 miliardi di dollari. L’Europa è sempre più colpita.

Sono cresciute, nei sei mesi presi in esame, le vulnerabilità in Adobe Flash e in diverse piattaforme IoT. Trend Micro ha riportato diverse vulnerabilità significative di browser e kernel, identificate durante la competizione Pwn2Own. Nel primo semestre del 2016 Trend Micro ha scoperto 473 vulnerabilità in diversi prodotti: 28 erano in Adobe Flash, 108 in Advantech’s Web Access-

Sul fronte delle violazioni dei dati, ricorda Trend Micro, sono molti i settori colpiti. Nel primo semestre del 2016 sono cadute vittima delle violazioni di dati sia organizzazioni pubbliche governative e sanitarie che aziende private come Myspace e Verizon.

Inoltre, sono stati messi a punto nuovi malware PoS. FastPoS si è distinto per le sue efficienti capacità nel furto dei dati delle carte di credito, colpendo le Pmi di tutto il mondo. In Italia sono stati rilevati 62 malware per PoS. I malware per l’online banking hanno continuato a mietere vittime. In Italia ne sono stati identificati 2.689.

Infine, le app maligne: quelle progettate per i dispositivi mobile non si fermano. Solo in Italia in sei mesi ne sono state scaricate 1.048.268

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI