Home . Magazine . Cybernews . Facebook, come blindare il proprio account

Facebook, come blindare il proprio account

CYBERNEWS
Facebook, come blindare il proprio account

(Fotogramma)

Bastano poche mosse per difendere il proprio account Facebook da truffe, phishing, software dannosi e altri rischi che si corrono quotidianamente sul web. Ecco 7 semplici consigli, suggeriti dallo stesso team di assistenza del social network, per evitare brutte sorprese e mantenere un alto profilo di sicurezza.

1) Proteggere la propria password - E' la regola numero uno. La password di Facebook deve essere difficile da indovinare, non va quindi usato il proprio nome o altre parole comuni facilmente individuabili. Per renderla più sicura si può utilizzare una combinazione complessa di numeri, lettere e segni di punteggiatura.

2) Non condividere mai le proprie informazioni di accesso - I truffatori possono creare siti web falsi simili a Facebook e chiedere all'utente di accedere con il proprio indirizzo e-mail e la propria password. Va quindi sempre controllato l'url del sito web prima di inserire i propri dati di accesso. Nel dubbio si può digitare www.facebook.com sul proprio browser per accedere al social network.

3) Disconnettersi da Facebook se il pc è condiviso - Quando si usa un computer in condivisione con altre persone bisogna disconnettersi da Facebook. Se lo si dimentica ci si può disconnettere in remoto.

4) Non accettare richieste di amicizia da sconosciuti - I truffatori creano account falsi per stringere amicizia con le persone. Quando riescono nel loro intento possono pubblicare spam sul diario del malcapitato, taggarlo nei post e inviargli messaggi malevoli.

5) Attenzione ai software dannosi - Bisogna prestare attenzione ai segnali che indicano la presenza di un software dannoso su un computer o un dispositivo. Se su Facebook l'account pubblica spam o invia messaggi indesiderati, nella cronologia appaiono posizioni di accesso strane o sospette o nel registro attività sono presenti messaggi o post che non si ricorda di aver inviato o condiviso è possibile che il computer o dispositivo sia infettato. Per rimuovere il software dannoso bisogna eseguire la scansione del dispositivo, effettuare una pulizia del browser web e aggiornarlo.

6) Non cliccare mai su link sospetti - Bisogna evitare di cliccare su link sospetti anche se sembrano provenire da un amico o da un'azienda che si conosce. Questa precauzione vale anche per i link su Facebook (ad esempio nei post) o nelle e-mail. Facebook precisa che non chiederà mai la password tramite e-mail e, in caso di link sospetti, invita gli utenti a inviare una segnalazione.

7) Usare le funzioni di sicurezza aggiuntive di Facebook - E' possibile ricevere avvisi sugli accessi non riconosciuti e scegliere degli amici come contatti fidati. Se si effettua l'accesso a Facebook da un computer si può avviare il Controllo della sicurezza per rivedere le impostazioni.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI