Computer a rischio in tutto il mondo: infettato CCleaner

L'applicazione CCleaner di Avast, strumento per ottimizzare e ripulire i computer più popolare al mondo, è stato infettato da un malware nelle versioni scaricate o aggiornate tra il 15 agosto e il 12 settembre. Chiunque abbia installato la versione 5.33, quindi, è stato colpito dal codice maligno, inserito nell'applicazione da alcuni criminali informatici. A lanciare l'allarme è Cisco Talos, che nei giorni scorsi ha avvertito Avast, così da permettere l'interruzione dell'infezione.

Al momento la versione contenente il malware è stata rimossa e non è più disponibile per il download. Tuttavia, aggiunge Cisco, molti utenti sono ancora a rischio e rimarranno a rischio anche dopo l'aggiornamento del loro software CCleaner.

Una volta installato il malware, gli aggressori hanno potenzialmente accesso al computer dell'utente e ad altri sistemi connessi per rubare dati personali sensibili o credenziali che potrebbero essere utilizzate per l'online banking o altre attività online. In modo analogo al malware Nyetya diffuso a fine giugno, anche in questo caso gli aggressori hanno violato un software legittimo e affidabile, trasformandolo in un'applicazione dannosa.

Noto come lo "strumento di ottimizzazione e pulizia dei Pc più popolare al mondo", CC Cleaner di Avast è una soluzione ritenuta affidabile dagli utenti e uno strumento utile per migliorare le prestazioni di Pc e smartphone rimuovendo i file non necessari. Nel novembre 2016, CCleaner contava 2 miliardi di download con un tasso di crescita di 5 milioni di utenti la settimana.