Home . Magazine . Cybernews . Asus Zenfone 5Z, smartphone top di gamma dal prezzo "aggressivo"

Asus Zenfone 5Z, smartphone top di gamma dal prezzo "aggressivo"

Roberto Feliziani: "La nostra filosofia è rendere alla portata di tutti i prodotti avanguardia"

CYBERNEWS
Asus Zenfone 5Z, smartphone top di gamma dal prezzo aggressivo

Rendere accessibili a tutti le tecnologie all’avanguardia. E' la ben nota filosofia di Asus, che da sempre mette sul mercato prodotti a prezzi definiti dalla società stessa "aggressivi". Questa volta l'azienda ha fatto un ulteriore passo avanti lungo questa strada: l'ultimo arrivato, lo smartphone Zenfone 5Z, è un top di gamma dalla prestazioni e dai contenuti non secondi alla concorrenza, ma dal prezzo di listino che in alcuni casi arriva anche alla metà. Con 499 euro si può comprare il modello con 6 gigabyte di ram e 64 gb di archiviazione interna, mentre con 100 euro di più c'è la versione con addirittura 8 gigabyte di ram e 256 gb di spazio. Lo schermo è da 6,2'' con rapporto 19:9 così da farlo entrare nello chassis di un 5,5'' e renderlo più comodo in mano.

"E' un gran prezzo aggressivo", commenta all'Adnkronos Roberto Feliziani, country product manager tablet e smartphone di Asus. "La nostra filosofia è rendere alla portata di tutti i prodotti all'avanguardia. La famiglia di dispositivi Zenfone 5 lo farà. Del lancio di qualche settimana fa ci sentiamo molto soddisfatti, siamo fiduciosi anche per il 5Z. Siamo convinti che le nostre scelte ci porteranno a raggiungere i numeri ai quali puntiamo, i consumatori rispondono bene alle nostre aspettative", aggiunge Feliziani.

Anche per Asus, la parola d'ordine è IA. Lo testimonia l'utilizzo del processore Qualcomm Snapdragon 845, dall'architettura dedicata proprio all'intelligenza artificiale. "Viene chiaramente abbinata al comparto telefonico. Già in passato – spiega il manager – ci abbiamo puntato, perché la fotografia è qualcosa che vive con noi nel quotidiano, un ricordo che archiviamo e che teniamo". E grazie all'intelligenza artificiale "oggi l'utente non si estranea più dal contesto per concentrarsi sul soggetto dello scatto: fa tutto il telefono". Zenfone 5Z riconosce 16 scene differenti e gli oggetti inquadrati, così da ottimizzare

Dalla fotografia, Asus ha esteso le capacità di apprendimento del telefono all'usabilità. L'IA, ad esempio, regola il volume della suoneria in base al contesto. "Se ci dimentichiamo di toglierla al cinema – fa come esempio Feliziani – ci pensa lo smartphone". Anche sulla batteria i passi avanti sono interessanti: "A partire dai primi cicli di carica, il telefono capisce quando attacco o quando stacco il caricabatterie e memorizza gli orari. Così facendo, quando lo terremo collegato anche tutta la notte, si regolerà per non rovinare la batteria. Caricherà subito l'80% - continua il manager - per far sì che il telefono sia comunque utilizzabile a lungo, poi staccherà la carica e aspetterà per concludere l'ultima parte in modo da farlo trovare al 100% all'orario in cui, di solito, lo scolleghiamo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.