Falsa o originale? Come capire se la borsetta dei sogni è tarocca

Che succede quando l'industria del lusso si scontra col mercato del falso? Semplice, diventa tendenza. Lo ha dimostrato il creativo al timone di Gucci, Alessandro Michele che per la collezione autunno-inverno 2016/17 ha deciso di giocare con i falsi loghi dell'artista di Brookyln Trouble Andrew, aka Gucci Ghost, trasferendo su gonne, blouson e borsette i suoi graffiti fake. Spesso però per distinguere una borsa vera dalla sua imitazione non basta trasformarla in it-bag.

E se è vero che il prezzo medio di una Chanel 2.55, l'iconico modello creato da Mademoiselle nel febbraio 1955 con impuntura matelassé e catena dorata, si aggira attorno ai 5.000 euro, quello della sua brutta copia, spacciata per originale sulle bancarelle o online, è spesso irrisorio. E lo stesso accade per Prada, Fendi o Louis Vuitton, tra i marchi più gettonati nell'industria dei falsari. Peccato però che di originale queste borsette non abbiano davvero niente.

Destreggiarsi nel mercato del falsario diventa così un labirinto dal quale sembra impossibile uscire senza rischiare di portare a casa una 'patacca'. Come fare quindi per capire se l'oggetto sul quale state per mettere le mani è falso? Basta fare attenzione a qualche dettaglio, come spiega il 'Daily Mail'. Primo gesto da fare: controllare la borsa di persona. Secondo Alexandra Mills, ceo del negozio di shopping online Brands Exclusive 'ispezionare' la borsa dal vivo è sempre preferibile che guardarla online. Alcuni dettagli che smascherano il falso si possono riconoscere solo osservandoli da vicino.

"In genere su una falsa borsa firmata - spiega - si vede una leggera variazione nel logo. Questa strategia permette ai contraffattori di affermare di non averlo copiato, e che si tratta di un prodotto diverso dall'originale". Un altro metodo per capire se la borsa è falsa è verificare le rifiniture e le cuciture. "Controllate la zip, le fibbie e i ribattini sul fondo - continua Mills - se hanno già perso lucidità probabilmente si tratta di un falso. Prima di procedere all'acquisto, assicuratevi di conoscere il tipo di materiale usato dal marchio in questione per il rivestimento interno".

"Molti brand usano materiali e pellami con il proprio logo inciso sopra, mentre i contraffattori non se ne preoccupano perché l'unica cosa che conta per loro è l'aspetto esterno". Che acquistiate in uno negozio o online, l'importante è non avere fretta di comprare subito. Meglio prendere confidenza con la borsetta dei sogni, assicurano gli esperti, per cercare di capire se si tratta davvero di un pezzo originale.

"Se decidete di fare acquisti online - consiglia Mills - provate a vedere se dopo un paio di settimane il sito è ancora attivo, perché se si tratta di un sito che vende merce fraudolenta, di solito viene scoperto e chiuso. Cercate anche di mettervi in contatto con il servizio clienti e se nessuno risponde, provate a cercare recensioni sul web. Contattate le banche delle carte di credito accettate sul sito e verificate se ci sono stati eventuali segnalazioni di frodi".

Anche acquistare da siti locali può essere una garanzia. Mentre ci sono molti siti esteri che mettono in vendita borse griffate a buon mercato, è molto probabile che un falso provenga da paesi come Cina, Brasile e India, spesso culla di prodotti contraffatti, che dall'Italia. Acquistare da un sito italiano, in teoria, dovrebbe offrire maggiore protezione per chiedere indietro i soldi se l'articolo dovesse rivelarsi un falso. Per evitare brutte sorprese, comunque, è sempre meglio acquistare in negozi autorizzati. Oltre ad assicurare l'originalità del prodotto, controllano anche tutti i fornitori che lavorano per loro.