Home . Magazine . Moda . Ma quale nero, la moda per l'inverno vede 'la vie en rose'

Ma quale nero, la moda per l'inverno vede 'la vie en rose'

MODA
Ma quale nero, la moda per l'inverno vede 'la vie en rose'

Il rosa sulle passerelle per l'autunno-inverno 2016/2017. Da sinistra Chanel (Afp), Max Mara e Gucci (Afp)

Quello di Elsa Schiaparelli era più vicino al magenta che al cipria, ma bastò darne una pennellata sulla confezione del profumo Shocking per renderlo immortale. Ecco creata quella tinta tanto fluo quanto pop ribattezzata proprio rosa shocking, così esageratamente fuori dai canoni dell'epoca da guadagnarsi l'appellativo di colore stravagante, avanguardista, sotto certi aspetti. Una sfumatura che non manca quasi mai in passerella, seppur declinata in tinte palette più soft, dalla cipria, al pesca, passando per il bubblegum e il pastello.

Non paghi di averlo rispolverato la stagione scorsa, complice anche Pantone, che aveva eletto il Rosa Quarzo colore del 2016, per l'autunno che verrà gli stilisti ripropongono il rosa in total look, strizzando l'occhio alla tendenza del monocolore dalla testa ai piedi, come hanno fatto, tra gli altri, Gucci, Kenzo e Chanel.

Mise sature e rigorosamente monocromatiche che vestono la donna con generose pennellate di colore. E pazienza se negli anni non è riuscito a togliersi di dosso l'etichetta di 'tinta per femminucce': a trionfare nel guardaroba di stagione sarà proprio il rosa baby.

C'è quello pallido di Alexander McQueen, reso romantico da merletti e plissettature bohémienne, quello disneyano di Dolce&Gabbana, declinato in minidress rosa incrostati di paillettes, o il nostalgico firmato Alberta Ferretti, che veste la sua donna con raffinati pigiama di velluto rosa antico. Che sia il nuovo nero è presto per dirlo, eppure quella del rosa è una tendenza che ciclicamente contagia anche il menswear, dove lontano da essere prerogativa femminile, si staglia su cappelli, camicie, pantaloni e suit.

Onnipresente sulle pedane, nelle collezioni autunno inverno 2017 il rosa sarà il protagonista assoluto. E se Simone Rocha spezza le silhouette con un tocco di sfumature pink, Olivier Rousteing da Balmain gioca con ruches, nappine e frange mantenendo intatto l'aplomb del più sobrio rosa crema. Da Chanel, invece, Karl Lagerfeld ripensa il tweed con un fucsia délavé, e Max Mara è votata all'estetica dadaista e costruttivista della Bauhaus anni Venti, nel suit rosa confetto con tasche a contrasto.

Se è vero, poi, come tuonano gli addetti ai lavori, che a frenare l'onnipresenza del rosa penserà il giallo canarino, visto a profusione sulle pedane meneghine e sul red carpet di Venezia, al momento il timido rosa non sembra temere rivali e si prepara a trionfare, ancora una volta, come palette più cool di stagione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.