Home . Magazine . Moda . Kartell, Luti: crescita +20% a fine 2016

Kartell, Luti: crescita +20% a fine 2016

MODA
Kartell, Luti: crescita +20% a fine 2016

Kartell, Londra

"Quest'anno stiamo crescendo molto, +20% il fatturato sul 2015". Lo annuncia il numero uno di Kartell e vicepresidente della Fondazione Altagamma, Claudio Luti, a margine della presentazione del Design Monitor 2016. Un anno positivo per la società di design anche per quanto riguarda i margini, evidenzia Luti, che sottolinea: "non sono un esasperato nella ricerca del fatturato a tutti i costi. Se ogni tanto si cresce un po' di più, meglio. Ma non credo che tutti gli anni ci debba essere questa corsa. L'importante è avere aziende sane, che fanno profitto e portano a casa cash. Questo è un momento di mercato eccezionale. Nella mia strategia un'azienda sana potrebbe, al limite, fermarsi. Non deve crescere per forza perché ha un ebitda basso".

Luti ricorda anche che "stiamo anche mettendo molta attenzione alla 'extension' del brand, che porta a estendere anche la distribuzione e dunque a presentarsi a più mercati. Tutto questo deve avvenire un po' alla volta per arrivare a un fatturato vero, solido".

Intanto, dopo la recente inaugurazione dello store di Londra, Kartell si prepara a sbarcare in Giappone, il 20 ottobre. Qui "si inaugura non soltanto un negozio, ma apriremo un nuovo step di distribuzione per tutto il Giappone. Poi in novembre saremo in Asia, Corea e Cina. Il retail è la prima cosa, ma ci si concentra anche su online e contract. Oggi è necessario essere multicanale".

Nessuna quotazione in vista, ribadisce poi Luti, "non ne vedo l'utilità perché la mia è un'azienda solida, che ha cash tutti i mesi che posso reinvestire". Un'azienda già liquida di suo, dunque, ma anche pronta al passaggio generazionale: "sto cercando di passare tutto ai miei figli e cerco di trovare futuro al mio interno. Tutto questo potrebbe cambiare soltanto se cambiano questi due fattori. Non ho bisogno della quotazione per pensare a un passaggio generazionale perché ho una situazione familiare molto chiara".

Rispetto al comparto del mobile, oggetto di attenzione di fondi e di operazioni di M&A, "è tutto positivo, perché che dimostra l'importanza del settore" osserva Luti. "Si deve trovare il giusto equilibrio tra imprenditoria, creatività e art direction. Come nella moda ci sono equilibri più difficili rispetto ad altri settori che fanno solo servizi. Il tema dell'innovazione per noi è determinante".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI