Home . Magazine . Moda . Richard Quinn vince l'H&M Design Award 2017

Richard Quinn vince l'H&M Design Award 2017

Come premio 50mila euro e la possibilità di sviluppare una collezione per il colosso del fast fashion

MODA
Richard Quinn vince l'H&M Design Award 2017

I finalisti dell'H&M Design Award 2017 (Richard Quinn, il vincitore, è il secondo da sinistra

E' Richard Quinn il vincitore dell'H&M Design Award 2017, il premio lanciato nel 2012 dal colosso del fast fashion svedese per sostenere i giovani designer e assegnato ieri a Londra. Laureato presso la Central Saint Martins, e selezionato tra otto finalisti internazionali da una giuria di esperti di moda presieduta da Ann-Sofie Johansson, creative advisor di H&M, Quinn riceverà la somma di 50mila euro e una consulenza di un anno da parte di H&M.

Inoltre, avrà la possibilità di sviluppare la sua collezione, che sarà venduta in selezionati punti vendita del brand il prossimo autunno. "Ci siamo tutti innamorati di Richard - dice Ann-Sofie Johansson, creative advisor di H&M - ha un'idea molto chiara per il suo brand e le sue collezioni ti fanno esclamare 'Wow'. Richard è profondamente creativo, con una visione molto olistica dell'ambiente, si è davvero meritato questo premio".

In giuria erano presenti Imran Amed, direttore di 'Business of Fashion', Pernille Teisback, fondatrice e direttrice creativa di social Zoo, Zanita Whittington, direttrice creativa di Azalle e Zanita Studio, Yasmin Sewell, fashion director di 'Style.com', Hannah Jinkins, vincitrice della scorsa edizione e Margareta van den Bosch, creative advisor di H&M.

"Per me significa davvero molto vincere questo premio - commenta Quinn - Voglio creare una mia collezione, così come offrire alla mia generazione un hub creativo, sostenendo l'artigianalità a Londra". Londinese, 26 anni, e una laurea in una delle scuole di moda più rinomate al mondo, Quinn non ha solo creato capi di abbigliamento femminile sorprendenti e appetibili, ma ha anche stampato tutti i suoi tessuti in modo etico. Ora prevede di aprire uno studio che diventerà un hub creativo per altri giovani designer a Londra e che lui auspica diverrà un nuovo modello per l'industria della moda nel 21esimo secolo.

"Richard ha la stoffa per creare qualcosa di veramente grande - sostiene Imran Amed, direttore della testata 'Business of Fashion' - C'è una profonda creatività in lui, con tante idee diverse, un potenziale commerciale che unito a un pensiero sostenibile contribuirà a costruire un vero e proprio brand basato sui valori". La giuria ha espresso grande entusiasmo all'incontro con tutti i finalisti, cui è stata riconosciuta la somma di 5mila euro.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI