Home . Magazine . Moda . Chanel sfila al Ritz, in passerella torna Cara Delevingne /Foto

Chanel sfila al Ritz, in passerella torna Cara Delevingne

MODA
Chanel sfila al Ritz, in passerella torna Cara Delevingne /Foto

Un momento della sfilata di Chanel Métiers d'Art all'Hotel Ritz di Parigi (Afp)

di Federica Mochi

"Sono tornata ad abitare all'Hotel Ritz, è casa mia, il primo hotel nel quale abbia mai vissuto". Parlava così Coco Chanel dell'Hotel Ritz, sua dimora per oltre trent'anni, dove ieri è andata in scena la collezione Métiers d'Art per la Pre-Fall 2017, la 13esima tratteggiata da Karl Lagerfeld. E così potrebbe parlare, parafrasando Mademoiselle, Cara Delevingne, che dopo aver annunciato il suo addio alle passerelle lo scorso anno, è tornata a calcare la pedana per la maison che più di tutte ha contribuito a consacrarla nel fashion system. (Fotogallery)

Accanto a lei, a incarnare e rievocare l'eleganza di Gabrielle Chanel, Kaiser Karl ha chiamato alcune delle supermodelle più note come le italiane Mariacarla Boscono e Vittoria Ceretti, ma anche Alice Dellal, Pharrell Williams con al collo tre fili di perle (il cantante qualche anno fa recitò in un corto per la maison al fianco di Geraldine Chaplin e Cara Delevingne, ndr) e Lily-Rose Depp, la figlia di Vanessa Paradis e Johnny Depp, giovane promessa del grande schermo e da qualche stagione musa della griffe parigina.

"Dovete camminare come se stesse entrando in un ristorante chic, convinte di essere le donne più belle e raffinate del mondo" ha detto Lagerfeld alle modelle durante il fitting, come riporta 'Wwd'. Il creativo ha ribattezzato la collezione 'Paris Cosmopolite' evocando l'epoca a cavallo tra gli anni Venti e Trenta, in cui le donne più eleganti del globo convergevano tutte nelle mitiche sale dell'hotel di Place Vendôme, realizzato nel 1898.

Le stesse suite che hanno ospitato il party post sfilata erano state già utilizzate da Lagerfeld per presentare la sua couture nel 1996 e nel 1997. "Per me si tratta di rievocare una certa idea di Parigi - ha rimarcato Lagerfeld - Gabrielle Chanel, il Ritz, l'Hemingway Bar. Questa è la Parigi che tutti vorrebbero rivivere".

"Indossando questi abiti - ha commentato Alice Dellal, che ha sfoggiato un biker - abbiamo sentito rivivere un po' di Coco Chanel in noi". Ad aprire le danze con Cara Delevingne anche la modella argentina Mica Arganaraz, entrambe fasciate in due tailleur color latte, mentre a fine sfilata ballerini in frac hanno accennato una danza con le modelle, compresa una raggiante Delevingne.

In passerella abiti dalle spalle pronunciate e dal fit estremamente elegante "il tipo di ensemble che fa girare la testa nei ristoranti" commenta Miles Socha di 'Wwd', si sono alternati a fiumi di tweed, abiti da cocktail brodé e suit maschili incrostati di paillettes, tutto in puro stile Chanel. A giacche avvitate, gonne, pantaloni e tailleurs pennellati di bianco, oro e nero, Lagerfeld ha accompagnato pijama suit color champagne, cappottini bouclé, velette calate sugli occhi e coat trapuntati. Al posto dei classici bottoni dorati sono stati preferiti modelli in plexiglas, le rose hanno preso il posto della camelia, fiore simbolo della maison di Rue Cambon.

Dopo essere andata in scena lo scorso anno a Roma, a Cinecittà, la collezione dedicata ai Métiers d'Art sembra aver riportato in auge il fascino discreto di un'eleganza d'antan, ancorata sì al passato ma estremamente attuale e che ancora oggi non smette di affascinare le aficiondos della maison della doppia C. "Un'ispirazione elegante, che viene da un periodo lontano, ma realizzata con abiti molto moderni - ha commentato Lagerfeld - Viviamo in un altro mondo, ma questo non impedisce di realizzare una collezione evocativa che abbia lo spirito moderno".

@CaraDelevingne #ParisCosmopolite #ChanelMetiersdArt

Una foto pubblicata da CHANEL (@chanelofficial) in data:

The names Delevingne, Iguana Delevingne. So nice to see you big bro @pharrell @chanelofficial @i_am_other #embraceyourweirdness

Una foto pubblicata da Cara Delevingne (@caradelevingne) in data:

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.