Home . Magazine . Moda . Moda, D'Alessandro (Mipel): "Tornare tra la gente e accompagnare settore verso industria 4.0"

Moda, D'Alessandro (Mipel): "Tornare tra la gente e accompagnare settore verso industria 4.0"

MODA
Moda, D'Alessandro (Mipel): Tornare tra la gente e accompagnare settore verso industria 4.0

Tornare tra la gente, ma contemporaneamente accompagnare il settore verso un sistema 4.0. Questa, in estrema sintesi, la ricetta del nuovo direttore di Mipel e amministratore delegato di Aimpes, Danny D'Alessandro, manager fiorentino di 35 anni, freschissimo di nomina, per rilanciare il comparto, alla vigilia del prossimo appuntamento fieristico in calendario dal 17 al 20 settembre prossimi. D’Alessandro, laureato in giurisprudenza e specialista di diritto societario, ha maturato la sua esperienza aziendale all’interno di Braccialini, in qualità di legal and corporate department manager, dopo aver praticato l’attività forense e svolto attività di ricerca in ambito accademico che, nell’anno 2013, gli ha consentito di partecipare alla stesura del volume collettaneo 'Il sistema moda in Toscana', edito dalla casa editrice Il Mulino.

"Ho accolto con entusiasmo e orgoglio il nuovo incarico affidatomi dal cda della società. Fin dal mio arrivo in Aimpes/Mipel ho immaginato che per rilanciare la manifestazione fieristica e adeguare l’assetto associativo alle esigenze del mercato fosse necessario fare qualcosa di vecchio e qualcosa di tremendamente nuovo" ha spiegato, evidenziando che la necessità di "qualcosa di vecchio" deriva dal fatto che "in epoca di internet e di social network, strumenti che certamente facilitano la comunicazione ma spersonalizzano i rapporti, è necessario tornare tra la nostra gente (i pellettieri), arrotolare le maniche della camicia e aiutare gli imprenditori a sollevare scatoloni di problemi".

"Dobbiamo però - avverte - condire la nostra ricetta con qualcosa di tremendamente nuovo perché, pur con certi limiti, non possiamo dimenticare che questo sia il mondo dell’offerta globale e multimediale in cui internet e i social network dettano i tempi del mercato. Perciò, anche il panorama fieristico e il mondo associativo sono chiamati ad evolvere proponendo servizi e prodotti adeguati ai tempi e, soprattutto, capaci di accompagnare il tessuto nel sistema 4.0”.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI