Home . Magazine . Moda . Gigi diventa un bouquet: Moschino fa sbocciare i fiori in passerella

Gigi diventa un bouquet: Moschino fa sbocciare i fiori in passerella

MODA
Gigi diventa un bouquet: Moschino fa sbocciare i fiori in passerella

Gigi Hadid in versione bouquet da Moschino (Afp)

di Federica Mochi

Rock and roll in formato fiorito, étoiles in punta di piedi che calcano la passerella fiorendo come boccioli a primavera. Modelle rosa e modelle tulipano, un trionfo di fiori. E poi Gigi Hadid trasformata in bouquet gigante. "La collezione mostra quanto si può andare lontano e quanto si può volare in alto se lo si vuole. Racconta la metamorfosi, la bellezza e gli archetipi femminili secondo i codici estetici di Moschino. È come una danza attraverso la musica della moda". Parola di Jeremy Scott, da quattro anni deus ex machina di Moschino, che ieri ha mandato in scena il suo personale esercito di biker- ballerine.

E se è vero che i fiori sono sempre stati tra i must have dell'estate, non era mai accaduto prima che sbocciassero in passerella. Teatrale come sempre, anche stavolta Moschino ha alzato il sipario sul proprio mondo fatto di contaminazioni surreali.

Capitanata da Kaia Gerber, la figlia di Cindy Crawford, che ha aperto la sfilata fatta di fiori, chiodi neri e calze a rete anni '80, la donna tratteggiata da Jeremy Scott fiorisce come un'étoile avvolta in sofisticati abiti couture, sagomati come ghirlande.

Ecco scorrere in pedana una carrellata di look ibridi: l'abito con le piume rosa si porta con anfibi e biker-bolerino nero, le perfecto jacket destrutturate vengono accostate a gonne cariche di tulle e piccoli, ironici cappellini da motociclista.

Attraverso lo sfondo di pelle nera e metalleria argento si intravedono ancora colate di seta morbida, drappeggi, file di perline. I corpetti da centaura e l'abito ibrido felpa-tutù riflettono lo stile libero del cigno Moschino.

E mentre l'iconografia biker scompare in lontananza, la donna tratteggiata da Scott si rivela come una prima ballerina vestita di tutto punto, giocosa corolla proiettata all'ennesima potenza. La duchesse di seta è modellata in maxi boccioli da indossare: rosa, lillà, orchidee, peonie e iris. Il bruco dai toni pastello si trasforma lentamente in prima ballerina, con un abito scultoreo che evoca le ali di una farfalla in volo.

E poi, ancora, i bouquet lanciati sul palco diventano tessuti celebrativi, spesso completi di steli e corolle floreali. In questo contesto si inserisce anche la nuova capsule collection pensata da Moschino e già disponibile online, che per questa stagione prende come icona il My Little Pony stampato su t-shirt, top infiocchettati, e leziose lunch-box.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI