Home . Magazine . Moda . Al via Altaroma, tra maison storiche, giovani creativi e il 'talk' di Maria Grazia Chiuri

Al via Altaroma, tra maison storiche, giovani creativi e il 'talk' di Maria Grazia Chiuri

Come ogni stagione riconfermata la 'mission' dedicata allo scouting e alla promozione dei nuovi talenti

MODA
Al via Altaroma, tra maison storiche, giovani creativi e il 'talk' di Maria Grazia Chiuri

La giovane mannequin Viktorjia Mihalovic, figlia del noto calciatore e tecnico, sfilerà per lo stilista Anton Giulio Grande a Roma

Maison storiche (ormai in via d'estinzione), giovani promesse della moda e creativi in erba. Al via nella capitale, dal 25 al 28 gennaio, la Fashion week promossa e organizzata da Altaroma. Fuori calendario sfileranno Renato Balestra (Palazzo Brancaccio), Gattinoni (Planetarium delle Terme di Diocleziano), Francesco Scognamillo, che festeggia nella capitale i 20 anni della sua griffe (Galleria Nazionale), Nino Lettieri (Hotel Excelsior), mentre negli spazi del Guido Reni District, quartier generale della manifestazione attesi, tra gli altri, Camillo Bona, Sabrina Persichino, Marco Rambaldi, Davide Grillo, Marianna Cimino, Roberta Bacarelli, Filippo Laterza.

La sfilate 'collettiva' 'Victoria è in programma negli spazi di Palazzo Montemartini e vedrà la partecipazione di Abed Mahfouz, Marina Corazziari, Cinzia Ferri, Vanessa Villafane, Debora Lo Magno. Anton Giulio Grande sarà invece all'Hotel Eden. Suggestioni anni '20 per lo stilista di origine calabrese, che ritorna a Roma con una performance di 16 abiti che riflettono il suo gusto per l’eccesso e lo sfarzo. Indosserà gli abiti del giovane stilista Viktorjia Mihalovic, figlia del noto calciatore e tecnico.

E tra le curiosità del calendario una capsule collection ispirata agli abiti e agli accessori indossati da Pietro Mascagni. Il 26 gennaio in programma l' apertura del primo monomarca di pret-à- porter dello stilista Capucci, in via Fontanella Borghese.

Come ogni stagione, cuore delle sfilate romane il progetto di 'scouting' che da anni vede Altaroma in prima fila a sostegno dei talenti emergenti, dei valori del made in Italy grazie anche al prezioso supporto delle istituzioni (Camera di Commercio, Regione Lazio) e dell'Ice. Durante i 4 giorni in calendario porte aperte al Maxxi per 40 talenti emergenti, nell'ambito del progetto 'Showcase'. Gli stilisti avranno l'opportunità di presentare le proprie collezioni, parlare con buyer e addetti ai lavori italiani e internazionali.

Coinvolta nella kermesse romana anche la nuova Rinascente di via del Tritone con 'Roman's Romance-The exhibition' e le creazioni di couturier, costumisti e giovani designer romani. Presenza internazionale, che qualifica Roma come hub di promozione di nuovi talenti provenienti dall'estero, quella dell'inglese Sadie Clayton, che presenta nella sede della residenza dell'ambasciatore inglese a Villa Wolkonsky, 'Fashion is great', progetto dedicato al tema della diversità. Sfileranno mannequin 'diverse' per taglia, abilità, etnia e età.

In quest’ottica prosegue la sinergia con 'Portugal Fashion'. Una partnership che consolida il ruolo della capitale come efficiente osservatorio del fermento culturale e creativo del mondo, che rafforza al contempo il desiderio di intessere collaborazioni con manifestazioni della moda che condividono la stessa mission di Altaroma. Una sfilata collettiva dei designer portoghesi David Catalan (menswear), Inês Torcato (womenswear e menswear) e Nycole (menswear) porterà sulle passerelle le collezioni F/W 18-19 dei tre brand.

E sempre in ambito di creatività giovanile in programma negli spazi del Guido Reni District la mostra 'Cumulo'. Sarà l'occasione per premiare i finalisti della sezione 'accessori' del concorso 'Who In On Next? 2017). Attesi NicoGiani, Amanti, Andrea Mondin, Marco Proietti, Roberto Di Stefano, mentre Act N°1 (vincitore nella categoria pret-à-porter di 'Who Is On Next' 2017) presenterà la sua collezione nei saloni della Galleria Nazionale. Al Guido Reni District, invece, le sfilate dei finalisti Davide Grillo, Marco Rambaldi, Minimal To, Taller Marmo.

Greta Boldrini ha trovato, quest'anno, un palcoscenico ideale al Coin Excelsior, che da sette anni lavora in collaborazione con Altaroma. Defilé (su invito), ma anche la possibilità, per chi lo desiderasse, di acquistare in anteprima una selezione dei prodotti del designer. Anche per l'edizione 2018 Altaroma consolida il suo impegno nella promozione della formazione, dando all’Accademia Costume & Moda, all’Accademia Altieri, all’Accademia di Belle Arti di Frosinone, all’Accademia di Belle Arti di Roma, all’Accademia Koefia e all’Accademia Moda Maiani, l’opportunità di presentare il proprio lavoro e le collezioni di giovani studenti.

Tra le iniziative dedicate a talenti emergenti e giovani creativi, il progetto 'Portfolio Review', giunto alla V edizione, rivolto a chi inizia ad affacciarsi al fashion system da diverse angolature artistiche. Designer, illustratori e, per la prima volta, progetti moda sostenibili. Utilizzo di materiali tracciabili e certificati, fibre naturali, animal free, conservazione ambientale, etica e responsabilità sociale, riciclo e riutilizzo sono tra i temi e le sfide di questa nuova generazione green di creativi.

Un’intera giornata dedicata alla visione dei portfolio di studenti under 40 provenienti da scuole, università e accademie, che avranno la possibilità di mostrare il proprio lavoro a Sara Sozzani Maino, vice direttore Vogue Italia (Progetti Speciali) e Head of Vogue Talents, e Simonetta Gianfelici, Talent Scout di 'Who Is On Next?'.

Anche quest'anno Altaroma promuove un incontro con un grande couturier italiano, stilista di punta dell'haute couture internazionale. Attesa all'Auditorium del Museo Maxxi, il 27 gennaio, Maria Grazia Chiuri, direttore creativo della maison Dior. Con la grande signora della moda 'dialogheranno' Barbara Modesti, Paola Ugolini, Cristiana Collu, direttore della Galleria Nazionale. Roma dunque protagonista di talk, esposizioni e anche di una guida, 'Roma Maxima' (Le Guide di Repubblica). Racconta, in chiave innovativa alcune tra le perle nascoste della città eterna, alla scoperta di laboratori storici e nuovi atelier.

In ambito di ricorrenze A.I. Artisanal Intelligence, progetto nato in seno ad Altaroma, presenta 'A.I. – 50yearslater. 50 anni dopo il 1968. La moda come codice di lettura della generazione attuale, figlia o nipote di quei rivoluzionari che hanno scardinato un sistema. Per raccontare questo fenomeno A.I. coinvolge le scuole, scegliendo così chi non è ancora parte di dinamiche produttive che vincolino la creatività, creando un dialogo che esalti lo scambio delle informazioni e la trasmissione del sapere. Alla Galleria Nazionale, esporranno le proprie creazioni gli studenti provenienti da Polimoda, Accademia di Costume e Moda, Iuav, Ied Roma, Koefia, Naba, Domus Academy, Accademia Belle Arti di Roma e Accademia Belle Arti di Napoli.

Guest internazionale, scelta per la sua capacità di reinventare tecniche tradizionali in maniera contemporanea, è Gabriele Skucas della Central Saint Martins di Londra. Nuovi precorsi professionali dedicati alla moda per 16 aspiranti stilisti (dai 20 ai 50 anni) che hanno aderito al bando 'Mestieri' promosso e finanziato dalla Regione Lazio, nell'ambito dei progetti sostenuti dalla Comunità europea. Tutti avevano perduto il lavori e hanno avuto l'opportunità di partecipare gratuitamente al corso di un anno, presso l'Accademia Maria Maiani, per avere nuove opportunità occupazionali.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI