Home . Magazine . Moda . Dagli Ufo alla fuga dei cervelli, Gianni de Benedittis firma 'Perfectible'

Dagli Ufo alla fuga dei cervelli, Gianni de Benedittis firma 'Perfectible'

MODA
Dagli Ufo alla fuga dei cervelli, Gianni de Benedittis firma 'Perfectible'

L'omaggio a Vitruvio, uno dei gioielli 'cinetici' creati da Gianni De Benedettis, presentati domani nel calendario di Milano Moda Donna

Tutto ciò che può tendere alla perfezione... Tutto ciò che è imperfetto.... 'Perfectible' è la nuova collezione Fall/ Winter 2018-2019 di gioielli futuroRemoto (Foto), che Gianni De Benedittis presenta nel calendario ufficiale di Milano Moda Donna, domani (dalle ore 12 alle 16), presso il Teatro Arsenale di Milano. Dalle forme esatte dell’arte classica alle antiche armonie di natura presenti nell’universo, il cerchio rimane sempre simbolo privilegiato di perfezione e assoluto, nonché espressione di bellezza.

'Vitruviux pendant', l’uomo gioiello che viene proposto in chiave cinetica da Gianni De Benedittis è un omaggio a Vitruvio, con la ben nota scultura maschile, in oro, che ruota su sé stessa, inscritta in cerchi e quadrati di argento che formano un’ariosa 'boule', un piacevole ciondolo prêt à porter. E per il prossimo autunno/inverno le signore potranno indossare il ' bionic necklace', che tradisce il modello originale con una protesi al posto di una gamba.

In posizione orizzontale, il cerchio prende volume e diviene disco volante. Un gioiello compatto e leggero dalle linee morbide ed epurate, un modulo che, nelle varie dimensioni e finiture, ritorna in vari pezzi della collezione. Tradotto in un semplice 'disk ring' oppure, in sequenza tra un pianeta e la luna, nel prezioso 'eclipse double ring' o in un bracciale rigido con la sua ipotetica orbita. Accattivante, ma sobrio il 'my home pendant', in oro e argento, con calotta apribile dall’alto, ricoperta da pavé di rubini e zaffìri gialli, che lascia intravedere il minuscolo conducente extraterrestre.

L’erba del vicino è sempre più verde, anche se cresce su di un altro pianeta! E così i lontani abitanti dello spazio vengono sulla terra ad attingere la loro perfezione. A raccontarlo un must della collezione, 'brain drain', l’ampio pettorale di argento bagnato in oro rosé, per audaci décolleté, con al centro un ufo aggettante che usurpa il cervello da una testa umana, quasi profezia di un’interplanetaria fuga di cervelli.

Belli e divertenti i piccoli dischi volanti orecchino, da cui pendono le contenute silhouette di una mucca 'your lunch' e di un uomo 'your dinner', destinati ad essere catturati. E poi terrestri immobilizzati da strane pistole di alieni, come in 'strange shot', la collana in oro e argento con diamanti e rubini. Infine, tra le creazioni di Gianni De Benedittis, l’anello 'it’s me', con volti futuribili, impreziositi da pavè di diamanti brown e rubini. Quasi estreme trasfigurazioni ambigenere della moderna chirurgia estetica.

Complessivamente sedici gioielli, tutti realizzati a mano, di cui quattro pezzi costituiscono una capsule collection dedicata all’uomo, che comprende un bracciale 'ufo', un paio di 'flying cufflinks', e poi 'my little home' e 'it’s me', collana e anello delle corrispettive versioni femminili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.