Home . Magazine . Benessere . Con mamme-chiocce tante dermatiti nei bimbi, arriva un rimedio 'figlio dei fiori'

Con mamme-chiocce tante dermatiti nei bimbi, arriva un rimedio 'figlio dei fiori'

Colpito fino a 1 bimbi su 5, oltre ai geni sotto accusa iper-igiene, saponi sbagliati e maglia di lana

BENESSERE
Con mamme-chiocce tante dermatiti nei bimbi, arriva un rimedio 'figlio dei fiori'

Strofinano il loro bimbo lavandolo più volte al giorno con saponi aggressivi. E per paura che possa raffreddarsi gli infilano la maglia di lana rimedio della nonna, oppure trasformano la cameretta in un forno rovente o troppo umido . Piccole e innocenti ossessioni da mamma 'chioccia', che finiscono per danneggiare la pelle sensibile dei piccoli causando un boom di dermatiti atopiche. Chiazze a squame, prurito e macchie rosse infiammano sempre più spesso la cute dei baby-italiani: i casi salgono al 15% già nei primi mesi di vita, fino a punte del 20% negli under 7 e del 18% dai 7 ai 16 anni. "Cifre aumentate sensibilmente negli ultimi anni", rileva Paidoss, l'Osservatorio nazionale sulla salute dell'infanzia e dell'adolescenza.

In un incontro organizzato oggi a Milano per presentare un nuovo rimedio naturale derivato dal girasole, gli esperti puntano il dito, oltre che sui geni, su madri iperprotettive che rischiano di far danni a fin di bene. Sotto accusa, però, anche batteri, inquinamento e temperature troppo rigide . Volto, collo, pieghe delle gambe, ginocchia e gomiti sono le zone più 'calde' per i bambini che soffrono di dermatite atopica. Una condizione "di facile diagnosi per il pediatra o il dermatologo, in quanto già riconoscibile con l'esame obiettivo - spiega Elena Piacentini, pediatra e allergologa del Centro diagnostico italiano-Cdi Bionics del capoluogo lombardo - Non è invece altrettanto semplice stabilire le cause che possono essere multifattoriali: genetiche ed ereditarie innanzitutto, su cui vanno a influire altri agenti esterni. Anche la gestione della malattia può creare qualche problema per l'andamento cronico-recidivante, l'intenso prurito, l'insonnia e l'irrequietezza, i risvolti psicologici e la paura di altre manifestazioni atopiche come l'asma o la rinocongiuntivite allergica".

A peggiorare le cose ci sono poi gli effetti indesiderati di una terapia troppo aggressiva, come quella cortisonica da utilizzare in fase acuta. La cura tradizionale, ricordano infatti gli esperti, è rappresentata da creme emollienti e idratanti in caso di sintomi soft, mentre in presenza di manifestazioni più intense si passa al cortisone . Nell'armamentario terapeutico entra ora un nuovo preparato presto disponibile in una doppia formulazione, lipocrema o fluid. Il principio attivo è naturale, estratto dal girasole. Gli specialisti descrivono il prodotto come "super idratante" e "in grado di penetrare la cura in profondità. Svolge una azione lenitiva sulle chiazze pruriginose sia in fase acuta che cronicizzata, agendo sul rilascio dei fattori di infiammazione che provocano il danno tissutale. E' sicuro anche per i piccoli, perché non ha effetti collaterali né controindicazioni e non interferisce con l'equilibrio ormonale".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI