Home . Magazine . Turismo . La fortezza di Tabiano apre alle visite e diventa Relais de charme /Foto

La fortezza di Tabiano apre alle visite e diventa Relais de charme

TURISMO
La fortezza di Tabiano apre alle visite e diventa Relais de charme /Foto

Per la prima volta nella sua storia millenaria, una delle fortezze feudali più scenografiche dell’Alta Emilia apre al pubblico (da maggio a novembre www.castelloditabiano.com) e a manifestazioni culturali ed eventi, come il recente Arab International Women’s Forum ed il lancio della Maserati Levante. Presidio strategico della Via Francigena, al Castello sono legati personaggi leggendari come Oberto il Grande Pallavicino, principale alleato dell’imperatore Federico II, Delfino, fratricida di Tancredi, Solestella da Bardi e sua figlia Isabella, l’Angelo di Tabiano, così buona e bella che il cavaliere francese Riccardo d’Orange rischiò la vita per venirla a conoscere.

Nella cornice del Castello e del suo Antico Borgo, recuperato e trasformato in Relais de Charme, è nata un’'alleanza istituzioni-privati' per promuovere il turismo culturale nelle dimore storiche emiliane; fra i protagonisti, il presidente della Commissione industria e Turismo del Senato Massimo Mucchetti, gli assessori al Turismo della Regione Andrea Corsini e del Comune di Parma Cristiano Casa, il vicepresidente di AltaGamma Armando Branchini e il neo-eletto presidente dell’Associazione delle dimore storiche, Gaddo della Gherardesca che ha annunciato l’apertura, da parte di soci ADSI di alcuni gioielli del patrimonio culturale emiliano, e non solo, il 21 e 22 maggio.

Le dimore storiche dell’Emilia saranno sotto i riflettori al World Travel Market di Londra su iniziativa della regione che presenterà un progetto con particolare riferimento ai Castelli nell’ambito della nuova legge regionale sul turismo, incentrata su Via Emilia Experience Life Style. Ma non solo. Per il bicentenario dell’arrivo di Maria Luigia d’Asburgo, moglie di Napoleone, come duchessa di Parma e Piacenza, l’Associazione dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza ha previsto un denso calendario di eventi (www.castellidelducato.com).

Fra i castelli del Ducato visitabili adesso entra anche Tabiano, con le imponenti mura del XII e XIII secolo, le scalinate d’onore, la terrazza, la spettacolare vista sulla pianura padana e, all’interno, i saloni decorati con stucchi, affreschi e specchi, la sala degli stemmi, la cappella e, infine, le antichissime cantine, poggiate sulla roccia, ove rimangono ancora numerose botti, a ricordo di grandi vendemmie. A un’ora d’auto da Milano e Bologna, vicino alle terme di Salsomaggiore, queste zone sono ideali per un turismo culturale e gastronomico di alta qualità, con un patrimonio storico unico, senza dimenticare i grandi brand del made in Italy nel vicino Fidenza Village,

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI