NOTIZIARIO SPECIALE PER LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO
:) 33 % :| 33 % :( 33 %
Grazie! Hai espresso la tua preferenza.
Per esprimere la tua preferenza è necessario effettuare il login.
Non sei ancora registrato?
REGISTRATI ADESSO
Commenti 0

'Lasciateci sognare...'. A Padova l'XI edizione del Festival di Danza

Novembre 2014 – Copyright Adnkronos

Da Raffaele Paganini all'Accademia Teatro alla Scala, diretta da Fréderic Olivieri, dal Balletto del sud con una Serata omaggio a 'Stravinsky', alla compagnia Artemis Danza che presenta uno spettacolo dedicato a 'Verdi Wagner - La doppia notte. Aida e Tristan', alla Spellbound Ballet fondata e diretta da Mauro Astolfi. Riparte a Padova l'XI edizione del Festival di Danza 'Lasciateci sognare...' che sino al 19 dicembre proporrà un ricco cartellone di spettacolo, incontri, master class e stages, conferenze, mostre e il Premio Personalità Eccellenti che quest'anno andrà a Veronica e Giuliano Peparini, coreografo e regista del musical 'Romeo e Giulietta' prodotto da David Zard. Un progetto multidisciplinare che anche quest’anno prende spunto dalle parole del cardinale Carlo Maria Martini. Il sogno non come evasione dalla realtà, ma come atteggiamento del cuore, dell'intelletto e dello spirito. Tutti gli spettacoli in cartellone si svolgeranno nel capoluogo veneto, in spazi di straordinario fascino. La storia e la cultura di una città tra il Teatro Verdi, il Teatro ai Colli e il Piccolo Teatro di via Asolo.

Nutrita la presenza degli italiani a Padova, ma anche di numerosi artisti stranieri. Hanno aperto il cartellone l'Atzewi Dance Company con la prima nazionale di 'Serata Mozart', la Compagnia Motus con 'Icaro, Reloaded'. Il coraggio di tornare a volare' per una serata a sfondo benefico, la Compagnia Nazionale Raffaele Paganini & Almataz accanto alla Compagnia Artemis Danza protagonista dello spettacolo 'Verdi Wagner – la doppia notte, Aida e Tristan' affidato alla coreografa e regista Monica Casadei. Tra gli appuntamenti più attesi del programma c’è il Gala Accademia Teatro alla Scala con i giovani allievi diretti da Fréderic Olivieri in scena al Gran Teatro Geox. Tra i brani proposti 'Serenade' di Balanchine e l’'Adagio della Rosa' di Petita.

Tra i fiori all'occhiello del Festival 'Anime della Grande Guerra', una vetrina di giovani autori che il 23 novembre al Teatro ai Colli, hanno visto impegnati i ballerini e attori di Theama Teatro e Padova Danza.

Ventata internazionale il 5 dicembre con lo Spellbound Contemporary Ballet che propone 'Lost for word – L’invasione delle parole vuote', con la regia e coreografia di Mauro Astolfi. Il 14 si continua con i grandi spettacoli di danza ed il Balletto del Sud con 'Serata Stravinsky' con la regia e la coreografia di Fredy Franzutti. Si torna al Piccolo Teatro di via Asolo il 19 dicembre con “O O O O O O O (IT)” con Con Giulio D’Anna, Fattoria Vittadini, VersiliaDanza. Lo spettacolo è la versione italiana dell’omonimo progetto vincitore dell’azione Anticorpi XL CollaborAction. Al cartellone che porterà in città compagnie e coreografi apprezzati in tutto il mondo sono state affiancate una serie di attività collaterali, approfondimenti culturali e momenti di formazione per chi ama il mondo della danza. La prima iniziativa, che ha aperto il work in progress del Festival, è stato il concorso lanciato alle scuole di grafica (licei ed istituti d’arte e tecnici) qualche mese fa. La Sfera Danza ha proposto sul tema “Dai un volto nuovo al festival!” vinto da Silvia Pedron, alunna della IV E del Liceo Artistico Pietro Selvatico di Padova. La sua opera è stata inserita nella grafica che accompagna la compagna di comunicazione di questa edizione del Festival.

In programma anche due conferenze dedicate al 'Balletto romantico', e all' 'Avanguardia contemporanea”in ambiti coreutici. Tra le iniziative anche il Premio Personalità Eccellenti, di cui saranno insigniti quest’anno i fratelli Veronica e Giuliano Peparini coreografi e ballerini affermati, protagonistidel musical 'Romeo e Giulietta' prodotto da di David Zard, accanto alla mostra di sculture dell’artista padovano Franco Trevisan 'L’armonia del movimento', allestita nel foyer del Teatro Verdi.

Accesso ai Servizi fotografici Adnkronos