NOTIZIARIO SPECIALE PER LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO
:) 33 % :| 33 % :( 33 %
Grazie! Hai espresso la tua preferenza.
Per esprimere la tua preferenza è necessario effettuare il login.
Non sei ancora registrato?
REGISTRATI ADESSO
Commenti 0

Ricerca: ai nastri di partenza 25esima maratona tv di Telethon

Dicembre 2014 – Copyright Adnkronos

E' pronta a partire la 25esima edizione della maratona televisiva Telethon per la raccolta di fondi a favore della ricerca sulle malattie rare. I 25 anni di collaborazione tra la Fondazione e la Rai sono stati celebrati con il Telethon day, con numerosi ospiti saliti sul palco per raccontare, attraverso la propria esperienza, la storia di questa manifestazione che negli anni ha permesso, grazie alle donazioni di milioni di italiani, di arrivare a cure per alcune malattie rare una volta inguaribili.

La maratona sarà annunciata domenica da Paola Perego e Pino Insegno a Domenica In. Con loro Fabrizio Frizzi, Paolo Belli e Arianna Ciampoli con l'apertura del numeratore che visualizzerà in tempo reale le donazioni che arriveranno attraverso sms o telefonate al numero solidale 45501. Il 12 dicembre poi, in prima serata su Rai Uno, andrà in onda il principale appuntamento 'Io esisto', charity show condotto da Fabrizio Frizzi, Flavio Insinna, Massimo Giletti e Cristina Parodi.

Nel corso della presentazione, il presidente di Telethon Luca Cordero di Montezemolo ha affermato di aver “parlato con il presidente del Consiglio e mi ha detto che è vicinissimo a Telethon e ancor più al tema della ricerca fondamentale per il Paese. Parteciperà quindi attraverso un video o vedremo in quale altro modo alla maratona Telethon''.

Dal canto suo, Annamaria Tarantola ha dichiarato, in tema di ricerca e malattie rare: "Come presidente della Rai ho il dovere di raddoppiare gli sforzi mettendo a disposizione della maratona mezzi e persone per sensibilizzare al meglio il pubblico televisivo e non. Ricordo i primi anni Novanta e la novità - ha spiegato - delle prime maratone televisive importate dagli Stati Uniti da Susanna Agnelli: mi colpivano la sua capacità di coinvolgimento e la forza del suo messaggio, che la televisione sapeva portare in tutte le case convincendo anche me a contribuire a sostenere la ricerca sulle malattie genetiche trascurate dai grandi investimenti pubblici e privati". Per questo ora, come presidente Rai, considera necessario impegnarsi maggiormente.

"La Rai - ha aggiunto - crede nel valore della ricerca. Per questo sosteniamo con convinzione la maratona Telethon e lo facciamo con il cuore (come recita un loro slogan), mettendo al servizio del progetto uomini e strutture che per una settimana daranno concretezza e visibilità ai tanti progetti. Una maratona che permette al pubblico di ascoltare le testimonianze delle famiglie e dei ricercatori in tv, alla radio e sul web, di scegliere e di toccare con mano la possibilità di trovare nuove terapie di cura"

"L'anno scorso abbiamo superato quota 30 milioni di raccolta. Quest'anno (con l'indovinato slogan '#Ognigiorno'), ne sono certa, sapremo fare meglio nonostante i giorni carichi di preoccupazione che vivono le famiglie italiane", ha detto ancora il presidente della Rai. A raggiungere l'obiettivo, ha aggiunto Tarantola, "ci aiuteranno, come negli anni passati, la simpatia e i modi dei testimonial della maratona che si passeranno il testimone sulle nostre reti durante la settimana che va dall'8 al 14 dicembre".

Telethon, ha sottolineato il presidente della Rai, "svolge un ruolo importante: finanzia in modo trasparente, efficiente e mirato la ricerca, per dare soluzione a problemi reali, a malattie che per la loro rarità non troverebbero risorse ed attenzioni necessarie rendendo fruibili ai pazienti le terapie individuate grazie alla ricerca finanziata. Sono obiettivi di grande rilevanza che non potevano non coinvolgere la Rai che, anche perché servizio pubblico, attraverso la propria programmazione intende dare spazio e sostegno all'evento e rafforzarne il successo. Lo testimoniano le cifre raccolte negli anni passati grazie all'impegno dei conduttori e degli ospiti dei programmi Rai e alla tradizionale sensibilità e disponibilità degli italiani che, ne sono certa - ha ribadito - anche quest'anno sapranno essere generosi".

Accesso ai Servizi fotografici Adnkronos