Home . Salute . Siamo attratti da volti più 'sani', anche se solo in apparenza

Siamo attratti da volti più 'sani', anche se solo in apparenza

SALUTE
Siamo attratti da volti più 'sani', anche se solo in apparenza

Esempi di variazione di colore prima della cura a sinistra e post a destra. In alto con l'integratore, sotto il placebo (Foto Yong Zhi Foo)

Altro che fascino maledetto e dark. Siamo attratti da persone che appaiono più sane, con volti rosei e colorati che sono il 'ritratto della salute'. Anche se, in effetti, è solo apparenza. Lo rivela, alla vigilia di San Valentino, uno studio pubblicato su 'Behavioral Ecology': in particolare nel caso dei maschi caucasici, i volti giudicati più attraenti sono quelli con una pelle rosata o dorata. Anche se questa colorazione non è necessariamente un segnale effettivo di buona salute.

Insomma, ad attrarci sono i carotenoidi, pigmenti vegetali rossi e gialli, presenti nella frutta e verdura sulle nostre tavole. E che, se assunti in abbondanza, regalano colore al viso. Precedenti ricerche hanno mostrato che in diverse specie - uccelli, pesci e rettili - le femmine sono più attratte dai maschi colorati. E i ricercatori hanno sostenuto che questo accade perché la colorazione sarebbe un segnale di salute, dal momento che i carotenoidi agiscono come antiossidanti. Insomma, nell'ottica della riproduzione si opta per candidati che appaiono più in salute e in grado di dar vita a una prole sana. Così i ricercatori australiano hanno cercato di capire se ci fosse qualche correlazione anche nell'uomo tra i 'segnali di salute' dei carotenoidi, il fascino e la salute effettiva. Nella ricerca sono stati coinvolti 43 uomini caucasici eterosessuali con un'età media di 21 anni, e un gruppo placebo di altri 20 giovani maschi.

Tutti sono stati fotografati prima, durante e dopo lo studio, per documentare i cambiamenti nel colore della loro pelle. I partecipanti sono stati anche sottoposti a test su livelli di stress ossidativo, funzione immunitaria e qualità dello sperma. A quel punto ai giovani è stata somministrata per 12 settimane una 'cura' a base di integratori di beta-carotene o di 'pillole fasulle' (per il gruppo placebo). Dopodiché sono state ripetute le foto e i test. Sessantasei donne bianche eterosessuali con un'età media di 33 anni dovevano valutare il fascino dei volti pre e post-integratori per ogni partecipante, osservando le immagini al computer.

Risultato? Come previsto, gli integratori di beta-carotene hanno aumentato il colore dorato e il rossore dei visi maschili, ma non la luminosità. Dopo il trattamento i giovani avevano il ​​50% di probabilità in più di essere scelti dalle 'giurate' e giudicati attraenti e più sani rispetto alle foto pre-integratore o al gruppo placebo. Insomma, i supplementi hanno aumentato il fascino dei candidati, ma non la loro salute, dicono i ricercatori. Certo lo studio ha il limite di essersi concentrato sui maschi: ecco perché occorrono ulteriori ricerche per capire se l''effetto colore' funziona anche nelle donne.

Secondo Yong Zhi Foo dell'University of Western Australia, comunque, "il nostro studio è uno dei primi a dimostrare che i carotenoidi possono influenzare l'appeal anche negli esseri umani. Insomma, come hanno mostrato i risultati di precedenti studi, ciò che mangiamo può influenzare il modo in cui appariamo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.