Giornata nazionale della psicologia, esperti in campo per le 'periferie esistenziali

Il disagio sociale in relazione alle 'periferie', dimenticate o trascurate. E' il tema al centro della seconda edizione della Giornata nazionale della psicologia, campagna promossa dal Cnop, Consiglio nazionale Ordine degli psicologi, e che si svolgerà il 10 ottobre 2017 su tutto il territorio nazionale, in concomitanza con la Giornata nazionale della salute mentale.

Le periferie a cui si riferiscono gli psicologi non sono "soltanto geografiche e di quanti si trovano fisicamente lontani dal cuore pulsante della comunità, ma soprattutto 'periferie esistenziali', i 'luoghi lontani dell'animo', di chi si sente emarginato dalla società, di chi è lacerato da tensioni e conflitti, di chi non riesce a far fronte alla complessità esistenziale, riscontrabile anche nel disagio di molti giovani ed adolescenti".

L'obiettivo dello psicologo, spiegano in una nota, è quello di "sensibilizzare la comunità nei confronti delle fragilità e disabilità, promuovere la consapevolezza della necessità di potenziare interventi appropriati ed efficaci di supporto a favore delle 'periferie esistenziali' e creare canali di comunicazione tra mondi separati da barriere invisibili". La campagna prevede, inoltre, una serie di iniziative su tutto il territorio nazionale promosse dal Cnop e dagli Ordini regionali degli psicologi.