Home . Salute . Papà stressati? Manuale di sopravvivenza

Papà stressati? Manuale di sopravvivenza

SALUTE
Papà stressati? Manuale di sopravvivenza

(Fotogramma)

I figli crescono, le mamme invecchiano, i papà si stressano. Nella società che corre, con genitori equilibristi che si affannano a conciliare gli impegni della famiglia e quelli di lavoro, di 'madri acrobate' si parla spesso mentre poco si dice dei padri: "Oggi con i figli sono più presenti, ma attenzione allo stress che può nuocere allo sviluppo dei bambini" oltre che a se stessi, avverte la psicoterapeuta Paola Vinciguerra che in vista del 19 marzo, Festa del papà, regala agli uomini un 'manuale di sopravvivenza' con 5 consigli per non soccombere al doppio ruolo fra casa e ufficio.

"La figura del papà italiano è molto cambiata negli ultimi decenni", rileva l'esperta, presidente Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico) e direttore scientifico di Bioequlibrium. "Si potrebbe dire che un tempo i padri figuravano come più duri e responsabilizzanti, meno comunicativi, meno attenti e partecipativi, con lo scopo di preparare i figli alla dura vita che gli si prospettava. I papà di oggi, invece, risultano come più protettivi e sacrifichevoli nei confronti dei propri pargoli - osserva Vinciguerra - Impiegano molto tempo ed energie per garantire alla famiglia la propria presenza e il benessere, ma il tutto può arrivare a stremarli. La colpa è dello stress", un nemico per sé e per chi si ama.

"Secondo i risultati di una ricerca della Michigan State University, pubblicata su 'Infant and Child Development' - ricorda la psicologa - un papà stressato può nuocere sullo sviluppo dei figli. Nello studio i ricercatori hanno analizzato il comportamento dei padri in 730 famiglie, attraverso questionari proposti a entrambi i genitori per valutare eventuali problemi mentali, il livello di stress e il rapporto con la prole. E' emerso che quando il papà è stressato, le conseguenze si fanno sentire anche sullo sviluppo cognitivo e del linguaggio dei figli, soprattutto se molto piccoli".

"Un'elevata esposizione allo stress - ammonisce Vinciguerra - può portare a uno stato cronico di costrizione e di angoscia, che di conseguenza si ripercuote negativamente sul successivo comportamento dei figli. Tale situazione incide pesantemente non solo sul proprio benessere personale, ma anche su quello altrui". Da Bioequilibrium ecco dunque i 5 consigli a misura di papà:

1) REGALARSI DEL TEMPO. Concedetevi un po' di tempo per voi. Non strafate troppo a lavoro, perché rischiate di sentirvi sotto pressione poi riguardo gli impegni familiari;

2) ORGANIZZARSI. Gestite il vostro tempo in modo funzionale. Fate un elenco delle vostre priorità e distribuitelo in modo equilibrato;

3) PENSARE ALLA COPPIA. Ritagliatevi un po' di tempo anche per la vita di coppia, non sentendovi in colpa qualora dobbiate lasciare i figli con i nonni o altre figure di riferimento. L'armonia con il vostro partner giova anche al benessere del nucleo familiare;

4) NON TRASCURARE GLI AMICI. Sforzatevi di mantenere intatte le relazioni sociali per quanto sia possibile, perché anche voi avete diritto a un po' di svago.

5) CHIEDERE AIUTO. Qualora vi sentiste stanchi o nervosi, non abbiate paura di parlare del vostro malessere con persone di fiducia.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.