Home . Salute . Farmaceutica . Al via processo per Shkreli, speculò su farmaci anti-Aids

Al via processo per Shkreli, speculò su farmaci anti-Aids

FARMACEUTICA
Al via processo per Shkreli, speculò su farmaci anti-Aids

Al via oggi a New York, con la selezione della giuria, il processo per frode contro l'imprenditore farmaceutico, noto anche come "l'uomo più odiato d'America". Martin Shkreli, fondatore di Turing Pharmaceutical, ribattezzato "pharma bro", ha guadagnato notorietà quando, nel 2015, dopo aver comprato i diritti sulla vendita del Daraprim - farmaco usato da 60 anni per la cura della toxoplasmosi e indicato anche come efficace trattamento anti-Hiv - nell'arco di 24 ore ne ha arbitrariamente aumentato il prezzo da 13,50 dollari a 750 dollari per dose, pari a oltre il 5000%. Ma il processo che prende il via oggi nel tribunale del distretto est di Brooklyn non ha tuttavia nulla a che fare con il prezzo dei farmaci.

Shkreli deve rispondere delle accuse di frode e distrazione fraudolenta in relazione a due fondi d'investimento da lui gestiti, la Msmb Capital Management e Msmb Healthcare. Operazioni truffaldine che i procuratori hanno paragonato al cosiddetto 'Schema Ponzi', accusandolo di mentire agli investitori sull'andamento dei fondi e di utilizzare il denaro della sua società farmaceutica, la Retrophin, come "salvadanaio personale", per pagare gli stessi investitori. Il giudice della causa, Kiyo Matsumoto, ha dichiarato di voler selezionare la giuria e cominciare subito il processo, come riferiscono i media locali. Intanto Shkreli, stando ai suoi avvocati, è sicuro che verrà assolto dalle accuse.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI