Home . Salute . Farmaceutica . In Canada il primo ok per lo 'scudo' contro il Fuoco di Sant'Antonio

In Canada il primo ok per lo 'scudo' contro il Fuoco di Sant'Antonio

Si tratta del vaccino Shingrix* del gruppo farmaceutico inglese GlaxoSmithKline

FARMACEUTICA
In Canada il primo ok per lo 'scudo' contro il Fuoco di Sant'Antonio

(Fotogramma)

Il Canada è il primo Paese al mondo ad approvare il vaccino Shingrix* per la prevenzione del Fuoco di Sant'Antonio (herpes zoster) nelle persone di età pari o superiore a 50 anni. Lo annuncia il gruppo farmaceutico inglese GlaxoSmithKline, ricordando che si tratta di un vaccino a subunità, non contenente virus vivo, ricombinante, adiuvato, somministrato per via intramuscolare in 2 dosi. "Shingrix - sottolinea Gsk - è il primo vaccino contro il Fuoco di Sant'Antonio che combina un antigene non vivo per innescare una risposta immunitaria mirata, con un adiuvante specificamente progettato per generare una risposta immunitaria forte e sostenuta nel tempo".

Il via libera canadese - si legge nella nota - si basa su un programma completo di sperimentazione clinica di fase III che ha valutato l'efficacia, la sicurezza e l'immunogenicità del vaccino in più di 37 mila persone. In un'analisi aggregata di questi studi, il prodotto ha dimostrato di essere efficace in oltre il 90% dei casi indipendentemente dall'età (maggiore o uguale a 50 anni, maggiore o uguale a 70), mantenendo un'elevata efficacia per tutto il periodo di follow-up di 4 anni. I più comuni effetti collaterali sono stati dolore, arrossamento e gonfiore nel sito di iniezione. Sulla base dei dati disponibili, tuttavia, la maggior parte delle reazioni al vaccino erano transitorie e di intensità da lieve a moderata, con una durata inferiore a 3 giorni. Il programma di sperimentazione clinica di Gsk per il vaccino comprende il coinvolgimento di 31 centri di sperimentazione e oltre 2.100 partecipanti in tutto il Canada.

L'herpes zoster - ricordano dall'azienda - è causato dalla riattivazione del virus della varicella zoster, lo stesso che provoca la varicella. Il rischio aumenta notevolmente dopo i 50 anni. Quasi tutti gli adulti over 50 presentano infatti il virus in forma latente nel loro sistema nervoso, in attesa di riattivarsi con l'avanzare dell'età. Si calcola che un canadese su 3 nel corso della loro vita svilupperà l'herpes zoster. La valutazione di Shingrix da parte delle autorità regolatorie è in corso negli Stati Uniti, in Europa, in Australia e in Giappone.

"Una delle principali sfide della ricerca sui vaccini è quella di creare vaccini efficaci per i più anziani che hanno maggiori rischi per determinate malattie, come il Fuoco di Sant'Antonio - afferma Thomas Breuer, Senior Vice President e Chief Medical Officer Vaccini di Gsk - Invecchiando il nostro sistema immunitario perde la capacità di contrapporre una risposta forte ed efficace all'infezione. Shingrix è stato sviluppato appositamente per superare il declino immunitario dovuto all'età rispetto al virus varicella zoster".

Commenta Susie Barnes, vicepresidente e direttore medico di Gsk Canada: "Siamo molto lieti di offrire con Shingrix una nuova opzione per aiutare a proteggere gli ultracinquantenni canadesi contro il Fuoco di Sant'Antonio, una condizione comune e potenzialmente grave con circa 130 mila nuovi casi ogni anno nel nostro Paese. Può causare dolore duraturo e altre complicazioni che possono gravemente influenzare la qualità di vita delle persone".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI