"Farmaco costa troppo", bimbo scrive ad azienda

A soli 8 anni ha scritto a un'azienda farmaceutica per chiedere un prezzo basso per un trattamento innovativo contro la fibrosi cistica, malattia genetica invalidante. Luis, un bambino inglese colpito dalla patologia, si è rivolto a uno dei dirigenti della Vertex Pharmaceuticals che commercializza il prodotto scrivendo: "Voi avete i farmaci necessari per farmi stare meglio e non dover passare tanto tempo in ospedale. Se vostro figlio avesse la fibrosi cistica, capireste e ridurreste il prezzo".

Il piccolo Luis aveva anche scritto anche alla premier Theresa May, senza però avere la risposta sperata. Da qui l'idea di rivolgersi all'azienda perché il trattamento - approvato nel 2015 dall'Agenzia europea del farmaco, ma su cui il sistema sanitario inglese non ha ancora raggiunto un accordo sul prezzo - sia reso più accessibile. Lo stallo delle negoziazioni tra l'industria e l'Nhs (National Health Service) ha ostacolato in Inghilterra, fino ad oggi, l'uso del prodotto in grado di rallentare i sintomi della malattia. In Italia il medicinale (Orkambi) è autorizzato e rimborsato da oltre un anno.