Home . Salute . Medicina . Giordano, lo studio Iss sulla Terra dei fuochi fa emergere ritardi e silenzi

Giordano, lo studio Iss sulla Terra dei fuochi fa emergere ritardi e silenzi

Il legame tra rischio oncologico e inquinamento è stato negato per anni

MEDICINA
Giordano, lo studio Iss sulla Terra dei fuochi fa emergere ritardi e silenzi

(Adnkronos Salute) - Lo studio 'Sentieri' dell'Istituto superiore di sanità "ci dice finalmente come stanno davvero le cose e fa emergere anche il ritardo con cui si sono mosse le istituzioni. Ora è evidente una verità scientifica sul legame inquinamento ambientale, rischio oncologico e aumento dei decessi tra chi vive nella 'Terra dei fuochi e dei veleni'. Una verità che molti in questi anni hanno voluto tenere nascosta. Bisogna agire subito con i programmi di screening e di bonifica, non c'è più tempo". Ad affermarlo all'Adnkronos Salute è Antonio Giordano, scienziato napoletano da tanti anni negli Usa, dove dirige lo Sbarro Institute for Cancer Research and Molecular Medicine e il Centro di biotecnologia del College of Science and Technology, Temple Universitydi Philadelphia.

Giordano è stato tra i primi nel 2008 a studiare il legame tra i tumori della popolazione della Terra dei fuochi e l'inquinamento prodotto dai roghi dei rifiuti, lanciando poi l'allarme sul grave rischio. "Oggi grazie anche all'impegno dei cittadini, dei medici sul territorio, degli attivisti, dei magistrati e dei ricercatori indipendenti - aggiunge l'oncologo - l'emergenza sanitaria della Terra dei fuochi sta uscendo fuori. Lo studio 'Sentieri' conferma quello che anche altri gli studi avevano già detto su quanto l'inquinamento del territorio può incidere sulla salute dei cittadini. La cosa importante - conclude - è che la Regione Campania e le altre istituzioni si muovano presto e senza indugi per dare risposte alla popolazione ".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI