Home . Salute . Medicina . Lo studio, un bicchiere in compagnia contro l'Alzheimer

Lo studio, un bicchiere in compagnia contro l'Alzheimer

MEDICINA
Lo studio, un bicchiere in compagnia contro l'Alzheimer

Bere un bicchiere di vino al giorno in compagnia potrebbe rallentare l'Alzheimer. Lo sostiene un gruppo di ricerca dell'università di Copenhagen, che ha pubblicato i risultati sul 'British Medical Journal Open'. Se chi soffre della malattia beve un bicchiere, o l'equivante di 2-3 unità alcoliche, al giorno ha una probabilità di morte sensibilmente più bassa rispetto a chi beve meno o è astemio. Tuttavia, gli esperti avvertono che l'effetto protettivo potrebbe non essere legato direttamente all'alcol, ma all'atmosfera sociale del bar, che aiuta il cervello a mantenersi giovane.

Gli scienziati hanno monitorato per 3 anni 321 persone nella fase iniziale della malattia. Di questi, l'8% era astemio, il 71% bevitore occasionale, 17% bevitore moderato e il 4% consumava più di 3 unità di alcol al giorno. Sono 53 i pazienti morti nel corso del lavoro.

I ricercatori precisano che "non possiamo, soltanto sulla base di questo studio, incoraggiare o sconsigliare il consumo moderato di alcol in questi pazienti". Anche altri esperti raccomandano prudenza. Laura Phipps, dell'Alzheimer Research Uk, sottolinea: "Anche se questi tipi di studi sono utili per evidenziare un trend, è difficile separare causa e conseguenza, e potrebbero avere un ruolo anche fattori come la salute generale, i farmaci e le abitudini di consumo precedenti", riporta l''Independent' che ha ripreso lo studio.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI