Home . Salute . Medicina . Un test delle lacrime ai bebè per scoprire carenze alimentari

Un test delle lacrime ai bebè per scoprire carenze alimentari

MEDICINA
Un test delle lacrime ai bebè per scoprire carenze alimentari

(Fotogramma)

Scoprire, senza necessità di prelievi di sangue, se il neonato ha carenze alimentari. Analizzando le sue lacrime. E' il test a cui lavora un gruppo di ricercatori americani che sperano di mettere a punto un sistema in grado di valutare i bisogni nutrizionali di ciascun bambino in modo semplice. La ricerca, pubblicata su 'Experimental Eye Research' e diretta da Maryam Khaksari, è stata avviata su un piccolo numero di bimbi: 15 bebè di 4 mesi, tutti alimentati con latte materno.

Gli studiosi hanno comparato la composizione delle lacrime dei neonati con quella dei genitori. Il risultato è che le vitamine solubili in acqua (C e gruppo B) sono presenti in grandi quantità sia nei piccoli che nei grandi, mentre quelle liposolubili (A, D, E, K) sono più presenti in mamme e papà. I lavori, ancora allo stadio preliminare, rappresentano la prima tappa per la messa a punto di un test che i ricercatori vorrebbero semplice e a basso costo, da realizzare con strisce reattive. Questo consentirebbe di rendere facile la prevenzione di carenze nutrizionali che possono avere un impatto importante sulla salute futura dei bambini.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.