Home . Salute . Medicina . Scoperta una molecola contro il parto prematuro

Scoperta una molecola contro il parto prematuro

MEDICINA
Scoperta una molecola contro il parto prematuro

(Fotogramma)

Ricercatori dell'Inselspital di Berna hanno scoperto che una molecola sintetica come quella prodotta dall'ovulo poco prima dell'impianto affievolisce le reazioni infiammatorie durante la gravidanza, che possono provocare parti prematuri e mettere in pericolo la vita del feto. In esperimenti su topi gli scienziati bernesi, in collaborazione con colleghi di Roma e Miami, hanno utilizzato il cosiddetto Pif o Pre-Implantation Factor, sostanza prodotta dall'ovulo che aumenta la capacità di attecchimento cellulare dopo la fecondazione. E' risultato che il Pif agisce su una fase chiave dell'infiammazione, riduce la morte prenatale e influenza positivamente la crescita del feto.

Per la prima volta è quindi possibile influenzare le reazioni infiammatorie durante la gravidanza, sottolinea in una nota Martin Müller, della Clinica di ginecologia dell'ospedale universitario bernese, autore dello studio pubblicato su 'Plos One'. I risultati sulle cavie "sono molto promettenti e incoraggiano ad effettuare ulteriori ricerche su questo approccio terapeutico per evitare i parti prematuri", aggiunge il medico.

Berna sta ora esaminando se sia possibile uno studio clinico sulla gravidanza. A lungo termine, si potrebbe somministrare il Pif per profilassi nelle gestazioni a rischio. Una variante sintetica del Pif è già stata provata con successo negli Stati Uniti in un primo studio clinico su una malattia autoimmune del fegato.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI