Home . Salute . Medicina . Human Technopole entra in Palazzo Italia

Human Technopole entra in Palazzo Italia

MEDICINA
Human Technopole entra in Palazzo Italia

Una parte dello staff di Human Technopole

Muove i primi passi la trasformazione di Palazzo Italia a cuore pulsante di Human Technopole, il maxi polo di ricerca multidisciplinare focalizzata sulle scienze della vita che 'abiterà' nell'ex area Expo a Milano. Oggi la consegna di 2.500 metri quadri da parte della società proprietaria dell'area dove nel 2015 si è svolta l'Esposizione universale, Arexpo. Sono i primi spazi, destinati a laboratori di ricerca e uffici - al mezzanino, al primo e al quarto piano della struttura che ha ospitato la sede della delegazione italiana durante la manifestazione internazionale - resi disponibili per il primo nucleo di staff tecnico, scientifico e amministrativo di Human Technopole che entrerà a inizio 2018. Mentre è prevista entro la fine del prossimo anno la completa rifunzionalizzazione e consegna dell'intero edificio.

Al conferimento degli spazi, posti nel cuore del nuovo Parco della scienza, del sapere e dell'innovazione, di cui è stato recentemente presentato il masterplan, hanno partecipato rappresentanti di Human Technopole, dell'Istituto italiano di tecnologia e di Arexpo. "E' un importante risultato, un punto di non ritorno", commenta Stefano Paleari, presidente del Comitato di coordinamento del progetto Human Technopole. "Come Comitato ci siamo insediati a fine novembre dello scorso anno con 24 mesi a disposizione per lo start up. Quando arriverà l'ok del Governo sullo Statuto potrà nascere la Fondazione a cui passeremo il testimone".

"Questo traguardo - continua - è stato raggiunto grazie a un ottimo lavoro di squadra del Comitato e della Struttura di progetto della Fondazione Istituto italiano di tecnologia e alla grande coesione dimostrata dalle istituzioni: Comune di Milano, Regione Lombardia, Governo, università, ministeri ed enti di ricerca. Grazie a questo sforzo Human Technopole sarà completamente operativo entro il 2024 e vi lavoreranno 1.500 persone".

La consegna dei primi spazi dentro Palazzo Italia, per l'amministratore delegato di Arexpo, Giuseppe Bonomi, "è un altro importante tassello del mosaico che stiamo portando avanti nella realizzazione del Parco della scienza, del sapere e dell'innovazione che sta sorgendo dove si è svolta l'Esposizione universale. Arexpo anche in questa occasione ha rispettato i tempi consegnando come previsto gli spazi entro Natale e anche le tempistiche stabilite per il 2018 saranno pienamente rispettate".

Oggi erano presenti anche rappresentanti del Comitato di coordinamento, della Struttura di progetto e il primo nucleo di staff scientifico e amministrativo di Human Technopole, infrastruttura che a regime occuperà circa 30.000 metri quadrati nell'area dell'Expo 2015, in prossimità dell'Albero della vita, e includerà, oltre a Palazzo Italia, altri 2 edifici esistenti, Unità di Servizio 6 e Cardo Nord-Ovest, e 2 di nuova costruzione che ospiteranno complessivamente 7 centri di ricerca e 4 strutture scientifiche di supporto.

Il polo svilupperà approcci personalizzati, in ambito medico e nutrizionale, mirati a contrastare il cancro e le malattie neurodegenerative, integrando la genomica su larga scala con l'analisi di banche dati complesse e lo sviluppo di nuove tecniche diagnostiche. Il centro raggiungerà i propri obiettivi grazie a un approccio interdisciplinare fondato sulla condivisione e sulla creazione di conoscenza per promuovere l'innovazione nel settore della salute. Diversi gli ambiti coinvolti: dalla genomica alla ricerca di base e traslazionale, dall'analisi dei big data all'introduzione di nuovi metodi analitici, dalla nutrizione alla ricerca di nuove tecnologie sostenibili in agricoltura, dallo sviluppo di dispositivi medici e test diagnostici innovativi al trattamento dei dati socio-economici per fornire soluzioni analitiche innovative per i responsabili decisionali di politiche pubbliche.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.