Home . Salute . Medicina . Scoperta proteina che mantiene memoria di ferro

Scoperta proteina che mantiene memoria di ferro

MEDICINA
Scoperta proteina che mantiene memoria di ferro

(Fotogramma)

Mantenere una memoria 'di ferro', anche in età avanzata e anche quando l'esperienza da ricordare è dolorosa e normalmente si tenderebbe a rimuoverla. Ricercatori del Massachusetts General Hospital Center for Regenerative Medicine e dell'Harvard Stem Cell Institute hanno identificato un meccanismo del circuito neurale coinvolto nella preservazione della specificità dei ricordi.

Hanno anche mostrato per la prima volta un 'interruttore' genetico (a livello della proteina abLim3) che può rallentare la generalizzazione della memoria, cioè la perdita nel tempo di dettagli specifici, che si verifica sia con l'età, sia a causa di un disturbo post-traumatico da stress, in cui le emozioni originariamente prodotte da esperienze traumatiche vengono suscitate in risposta a stimoli innocui, che hanno poca somiglianza con la memoria traumatica. I loro studi sono pubblicati su 'Nature Medicine'.

"Il meccanismo che abbiamo identificato nei topi ci consentirà di preservare la precisione o i dettagli dei ricordi con il passare del tempo in animali adulti e anziani", afferma Amar Sahay, uno degli autori. E "la nostra capacità di migliorare la precisione della memoria sui topi 'spegnendo' l'interruttore genetico potrà portare a un miglioramento simile sull'uomo, una strategia che stiamo perseguendo attivamente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.