Home . Salute . Medicina . Il mistero delle bionde naturali

Il mistero delle bionde naturali

MEDICINA
Il mistero delle bionde naturali

(Fotogramma)

Un piccolo 'esercito' di bionde naturali che lascia sconcertati gli scienziati e sembra confermare l'adagio reso celebre dal film con Marilyn Monroe: gli uomini preferiscono le bionde. Fra le persone di origine europea, infatti, le donne hanno il doppio delle chance degli uomini di essere bionde. Mentre gli uomini hanno tre volte più delle donne la probabilità di sfoggiare una chioma corvina. Un "intrigante mistero", commentano gli scienziati dell'Erasmus Mc University Medical Center di Rotterdam e del King's College di Londra, autori di uno studio sui geni del colore dei capelli, pubblicato su 'Nature Genetics'. Il lavoro ha esaminato i dati della Biobanca Britannica, della società di test del Dna americana 23andMe e l'International Visible Trait Genetics Consortium.

Come spiega Tim Spector del King's College, il team non si aspettava affatto di trovare questa pletora di bionde naturali, rispetto ai maschi. "E' un mistero, ed è intrigante anche perché non era ciò che stavamo cercando - spiega alla Bbc onle - Inoltre questo fenomeno è stato rilevato in ogni sotto-gruppo di popolazione esaminato". Un mistero "curioso, perché ha un effetto molto grande". Si apre dunque una nuova area di ricerca, anche se Spector ha la sua teoria. "Pensiamo che" la 'rivincita delle bionde' "possa avere qualcosa a che fare con l'attrazione delle donne per gli uomini bruni e viceversa. Pensiamo - spiega - che i geni siano espressi in modo differente, così per alcune regioni i geni dei capelli biondi possono essere presenti alla nascita e persistenti nelle femmine, mentre 'scompaiono' nei maschi".

Così dalle donne bionde possono nascere maschietti e femminucce altrettanto biondi, ma non è affatto detto che i primi conservino i riccioli d'oro anche una volta cresciuti. La pletora di bionde potrebbe essere collegata anche a ragioni evoluzionistiche: ovvero il fatto che le bionde avrebbero più successo con gli uomini e i bruni con le donne. Insomma, si apre una nuova area di ricerca, concludono gli autori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.