Home . Salute . Medicina . La mossa impossibile di Michael Jackson, così vinceva la gravità

La mossa impossibile di Michael Jackson, così vinceva la gravità

MEDICINA
La mossa impossibile di Michael Jackson, così vinceva la gravità

(Foto Afp)

Una mossa 'impossibile', che vince le leggi della forza di gravità ed è diventata un cult per i fan di Michael Jackson, è la protagonista di uno studio scientifico firmato da un team di neurochirurghi. Medici che hanno indossato i panni degli investigatori per svelare il segreto del 'piegamento' del creatore di 'Thriller', in un lavoro pubblicato sul 'Journal of Neurosurgery'. Nel videoclip di 'Smooth Criminal', e poi più volte nel corso di numerosi concerti, Jackson esegue mirabilmente il cosiddetto '45° Degree Lean' (inclinazione anti-gravitazionale), un passo apparentemente impossibile: il cantante si inclina formando con il corpo un angolo di 45 gradi, mentre tiene busto, collo testa, gambe e spalle rigidi come una fune.

L'illusione di vincere la forza di gravità è stata ottenuta grazie a scarpe speciali brevettate, con suole incise a forma di 'V' e altri accorgimenti, ma soprattutto grazie all'incredibile forza muscolare dell'artista, spiegano Manjul Tripathi e i colleghi del Postgraduate Institute of Medical Education and Research a Chandigarh (India). Inoltre dei chiodini, opportunamente posizionati nel terreno, permettevano al cantante di agganciarsi e spostare il suo corpo oltre il baricentro. "La maggior parte dei ballerini allenati e dotati di una grande forza muscolare raggiungeranno un massimo di 25-30 gradi di inclinazione se tentano questa mossa. Michael Jackson si inclinava di 45 gradi, con un passo che sembrava sovrannaturale a qualsiasi testimone", spiega Tripathi.

Ma in che modo arrivava a piegarsi così? Il divo, affermano i medici, ci riusciva grazie alle sue incredibili virtù atletiche, alla forza muscolare di schiena, gambe e anche, ma anche alle sue scarpe 'magiche' e agli 'appigli' invisibili nel pavimento.

Le calzature, dotate appunto di un suola a forma di V, si incastravano perfettamente fissandosi a chiodini invisibili sul pavimento e consentendo all'artista di eseguire la mossa impossibile, in pratica trattenendolo 'dai talloni' e impedendogli di cadere faccia in giù sul pavimento. Un'idea, quella delle scarpe anti-gravità, che sarebbe stata ispirata al cantante dagli scarponcini degli astronauti americani, che devono potersi incastrare in dei binari per camminare a gravità zero. Ma anche con le scarpe speciali e i chiodini nascosti, assicurano i medici, la mossa è difficilissima e richiede una forza muscolare di colonna, addominali e gambe eccezionale.

"Diversi fan di Michael Jackson, inclusi gli stessi autori, hanno tentato di copiare questa mossa e hanno fallito, spesso provocandosi delle lesioni", ammoniscono i neurochirurghi. In particolare, "il rischio di lesioni all'anca è significativo - conclude Tripathi sulla Bbc online - Occorre una grandissima forza muscolare e un buon sostegno delle anche. Non è un trucchetto semplice", quello di Jackson.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI