Home . Salute . Medicina . Aveva forti dolori, gli tolgono 2mila monete dallo stomaco

Aveva forti dolori, gli tolgono 2mila monete dallo stomaco

MEDICINA
Aveva forti dolori, gli tolgono 2mila monete dallo stomaco

(Fotogramma)

Quasi 2mila monete, circa 8 chili di metallo nello stomaco e nell'intestino: ingerite in 30 anni da un giapponese di 51 anni affetto da sindrome di Pica, disturbo del comportamento alimentare caratterizzato dalla compulsione a ingerire materiali non commestibili. Il paziente, arrivato al Centro medico di Tokyo con sintomi di fatica cronica e con l'addome teso e dolorante, è stato sottoposto a una radiografia che ha rilevato i corpi estranei, come riporta nel suo blog su 'Le Monde' - 'Réalités Biomédicales' - il medico Marc Gozlan, commentando il caso pubblicato su 'Acute Medicine & Surgery' in aprile.

L'uomo è stato immediatamente trasferito in un centro chirurgico specializzato. Nello stomaco i chirurghi hanno trovato un buco di 5 millimetri di diametro e asportato 1.894 monete. Nonostante il grande quantitativo e il lungo periodo di permanenza nel corpo, non si è verificato avvelenamento da metalli. Dopo l'operazione il paziente è stato preso in cura da un centro psichiatrico. Con alle spalle un passato di depressione, è risultato affetto anche da schizofrenia. Nell'articolo che ha riportato il caso i ricercatori hanno ricordato che tutti i medici devono essere allertati sulla possibilità di ingestione di corpi estranei da parte di pazienti, in particolare quelli con antecedenti psichiatrici e disturbi gastrointestinali combinati.

In passato sono stati documentati 6 casi simili di malattia di Pica, ma è la prima volta che si è registrata una perforazione gastrica. Anche il numero di monete ingerite rappresenta un record. Un paziente indiano era arrivato a inghiottire 7 kg di metallo, mentre un americano, nel 2008, aveva ingerito 600 monete.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.