Home . Salute . Sanità . Toscana: Usl 3, domani giornata del polline, i consigli dello pneumologo

Toscana: Usl 3, domani giornata del polline, i consigli dello pneumologo

SANITÀ

Pistoia, 20 mar. (Adnkronos Salute) - "Arriva la primavera. Attenzione agli starnuti di stagione". Questo il monito di Franco Vannucci, direttore dell'unità operativa aziendale di pneumologia dell'ospedale San Jacopo di Pistoia (dove viene svolta anche attività di allergologia) alla vigilia della giornata nazionale del polline. Se il naso prude, gli occhi lacrimano e la tosse non cessa, il consiglio di Vannucci è quello di rivolgersi al medico di famiglia che, se necessario, inviterà il paziente a fare una visita specialistica ed eventualmente anche le prove allergologiche cutanee (prick test).

"Si tratta di piccoli disturbi, ma spesso creano disagio continuo e pregiudicano il normale svolgimento delle attività quotidiane. Altre volte insieme all’allergia compaiono numerosi e fastidiosi sintomi e - spiega il pneumologo - le prove allergologiche ci possono dare un aiuto a stare meglio. Si basano su allergeni inalanti come acari, pollini di erbe e di alberi, animali, spore fungine e, in media, circa il 60% delle persone risulta positivo a uno o più di questi allergeni testati". Le allergie più frequentemente riscontrate - sottolinea l'Usl 3 in una nota - sono per pollini di graminacee (73%), olivo (52%), cipresso (43%), nocciolo (42%), betulla (41%), composite (30%) e parietaria (28%).

"La sensibilizzazione per pollini di graminacee risulta essere la più frequente - rileva Vannucci - e rispetto a 15-20 anni fa è nettamente aumentata la prevalenza di sensibilizzazioni per pollini di alberi soprattutto per cipresso, betulla e nocciolo che presentano fioriture precoci. Meno frequenti le allergie per pollini di erbe composite e parietaria". Dopo la visita e le prove allergiche, l'ambulatorio provvede alla prescrizione della terapia farmacologica e di immunoterapia specifica per pollini (vaccino).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.