Home . Salute . Sanità . Oltre 275 mln spesa per consulenze in sanità nel 2012

Oltre 275 mln spesa per consulenze in sanità nel 2012

SANITÀ
Oltre 275 mln spesa per consulenze in sanità nel 2012

Roma, 11 giu. (Adnkronos Salute) - Oltre 275 milioni di euro: a tanto ammonta la spesa in incarichi e consulenze nel Servizio sanitario nazionale. Una somma pari a circa il 27% della spesa complessiva - per incarichi e consulenze - della Pubblica amministrazione. E' quanto emerge dal rapporto del ministero per la Semplificazione relativo al 2012, trasmesso al Parlamento dal ministro Marianna Madia.

Nel dettaglio, il rapporto mostra che all'interno del comparto sanità la spesa per i compensi liquidati ai dipendenti del Ssn sfiora i 52 milioni, mentre i compensi liquidati a consulenti e collaboratori esterni superano i 223 milioni.

L'analisi offerta dalla distinzione per tipologie istituzionali evidenzia che le amministrazioni incluse nella sanità sono quelle che registrano la quota più elevata di incarichi liquidati a dipendenti con importi fino a 500 euro (26,58% di tutti gli incarichi affidati a dipendenti nel 2012), seguiti dalla scuola (25,08%), dai ministeri, presidenza del Consiglio dei ministri e agenzie fiscali (20,03%), dalle Regioni ed autonomie locali (18,91%), e dalle Università (8,04%). E ancora: il maggior numero di incarichi appartenenti alla classe di importo oltre 15.000 euro sono liquidati dalle Regioni e autonomie locali (27,91%) e dalla sanità (23,13%).

Gli incarichi conferiti, e liquidati, nel comparto sanità a dipendenti del Servizio sanitario nazionale sono stati 70.391; gli incarichi a consulenti o collaboratori esterni sono stati invece 27.506.

Un trend, quello registrato in sanità, in controtendenza rispetto a quanto avviene nelle altre amministrazioni della Pa. Con riferimento al 2012, si conferma infatti la tendenza da parte delle amministrazioni a conferire più incarichi a consulenti e collaboratori esterni (273. 994) rispetto ai dipendenti (262.336).

A differenza rispetto al 2011, i dipendenti del Servizio sanitario nazionale - al pari di quelli dei ministeri, della Presidenza del Consiglio, delle agenzie fiscali - hanno subito una variazione negativa rispettivamente del 32,08% e del 26,20% nei compensi erogati per incarichi. Nel rapporto, la voce sanità spicca anche per quanto riguarda i consulenti e i collaboratori esterni cui sono stati affidati incarichi: a fronte di una ulteriore diminuzione complessiva del 16,33%, rispetto al 2011, nel comparto sanitario si è registrato un decremento pari al 19,63%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.