Home . Salute . Sanità . 'C'è protocollo sperimentale', ecco perché riconsiderare il caso del piccolo Charlie

'C'è protocollo sperimentale', ecco perché riconsiderare il caso del piccolo Charlie

SANITÀ
'C'è protocollo sperimentale', ecco perché riconsiderare il caso del piccolo Charlie

(AFP PHOTO)

"Questa mattina alle 8 è stato inviato al Great Ormond Street Hospital di Londra lo statement scientifico contenente elementi di novità che invitano a riconsiderare il caso del piccolo Charlie ". Lo spiega all'AdnKronos Salute Piero Santantonio, presidente di Mitocon Onlus, l'associazione italiana delle famiglie e dei pazienti con malattie mitocondriali.

Nel documento, sottoscritto da esperti internazionali specializzati in queste patologie, si traccia un possibile percorso per il bimbo al quale la struttura britannica starebbe per interrompere i trattamenti. Esisterebbe infatti un protocollo sperimentale "definito per una serie di malattie simili a quella di Charlie - precisa Santantonio - che andrebbe adattato al caso".

Il presidente dell'associazione oggi non ha ancora sentito i genitori di Charlie. "Aspettiamo reazioni dopo l'invio, dall'ospedale e dalla famiglia".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI