Home . Salute . Sanità . Vaccini, pediatra: anti-rotavirus già da sesta settimana bimbo

Vaccini, pediatra: anti-rotavirus già da sesta settimana bimbo

Conforti, vaccinazione fatta precocemente ancora più efficace e sicura

SANITÀ
Vaccini, pediatra: anti-rotavirus già da sesta settimana bimbo

"La vaccinazione anti-rotavirus andrebbe anticipata già alla sesta settimana di vita, rispetto a quanto offre il Piano nazionale prevenzione. Se fatta precocemente, infatti, è ancora più efficace e sicura, perché un bambino piccolo, disidratandosi, può perdere l'8-10% del suo peso e andare incontro alla necessità di un ricovero". A sostenerlo è il pediatra Giorgio Conforti, referente nazionale Fimp per la vaccinazione, che spiega all'Adnkronos Salute l'importanza della precoce profilassi contro il rotavirus, in occasione dell'XI congresso nazionale Fimp, che si svolge all'hotel Ergife di Roma.

Il rotavirus ha un periodo di incubazione di circa due giorni, dopo i quali insorgono febbre, disturbi gastrici, vomito e diarrea per 3-8 giorni. In Italia si stima che ogni anno il rotavirus colpisca almeno 400 mila bambini al di sotto dei 5 anni, causando oltre 14 mila ricoveri, più di 50 mila accessi ai pronto soccorso. "Vaccinando precocemente - precisa il pediatra - si eviterebbero anche quei rari rischi di invaginazione intestinale, che è una complicanza della vaccinazione dopo la prima dose, se viene fatta in mesi successivi".

Il vaccino anti-rotavirus sarà offerto in maniera attiva e gratuita da gennaio ai bambini nati nel 2018, ma "vaccinare a sei settimane è compito del pediatra - sottolinea Conforti - che può farlo molto facilmente nel proprio ambulatorio. Nella mia Regione, la Liguria, l'incidenza del rotavirus è tale che se si vaccinassero tutti i bambini eviteremmo circa 300 ricoveri l'anno. Questo - ribadisce - è un impatto assistenziale non da poco. Solo per la città di Genova significherebbe 150 ricoveri in meno". Per il pediatra, "il miglior testimonial dell'importanza di questa vaccinazione sono i genitori che hanno avuto un bambino ricoverato per gastroenterite da rotavirus. Sono i primi a suggerire di fare il vaccino".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI