Boggetti (Assobiomedica), dispositivi 'base' per medicina delle 4P

"Se in medicina quello che ieri non era nemmeno immaginabile oggi è possibile, lo si deve all’industria dei dispositivi medici. Questo comparto vive di innovazione ed è protagonista della rivoluzione che la medicina sta vivendo, quella delle 4P (predittiva, preventiva, partecipativa e personalizzata)". A spiegarlo all’Adnkronos Salute è Massimiliano Boggetti, eletto oggi nuovo presidente di Assobiomedica, l’associazione di Confindustria che raggruppa le aziende produttrici di tutti i dispositivi medici.

"È necessario dare un nuovo impulso di sviluppo al mercato dei dispositivi medici - evidenzia - che, più di qualsiasi altro nel settore della sanità, ha un valore così ampio. I dispositivi medici, ovvero le innovazioni tecnologiche, aiutano ogni giorno i cittadini a vivere meglio e più a lungo, essi sono coinvolti nella prevenzione, nella diagnosi, nella cura e nel trattamento di tutte le patologie umane oggi note. I dispositivi - spiega - sono tutto ciò che non è farmaco, tutti quei prodotti che servono per la salute dell’uomo che non sono basati su principi farmacologici. Quindi una diversità molto ampia di prodotti, che spazia dai device impiantabili, fino alle grandi apparecchiature di diagnostica. Siamo quindi presenti in tutte le fasi della salute, dalla prevenzione alla cura alla riabilitazione, e siamo protagonisti della cosiddetta 'medicina della 4P', che consentirà di venire incontro a tutte le esigenze e i bisogni di salute, in un modo che sia anche economicamente sostenibile".