Home . Salute . Sanità . San Carlo di Nancy, live surgery in oculistica per il congresso Soi

San Carlo di Nancy, live surgery in oculistica per il congresso Soi

SANITÀ
San Carlo di Nancy, live surgery in oculistica per il congresso Soi

(Foto da facebook)

Le sale operatorie dell'Unità operativa di oculistica dell'ospedale San Carlo di Nancy di Roma ospiteranno dal 29 novembre al 2 dicembre oltre 25 chirurghi per effettuare 30 interventi di live surgery che saranno trasmessi in diretta durante il congresso Soi (Società oftalmologica italiana), in corso a Roma.

"Il board della società scientifica ha scelto il nostro ospedale - commenta Scipione Rossi, responsabile dell’Uo di Oculistica dell’ospedale San Carlo di Nancy di Roma - perché siamo dotati di sale chirurgiche adeguate e all’avanguardia, inoltre avendo già gestito eventi con live surgery abbiamo consolidato un'esperienza anche organizzativa. Si tratta infatti di coordinare al meglio un complesso processo: da un lato il reclutamento dei pazienti, dall’alto l’organizzazione con gli sponsor che equipaggeranno le tre sale operatorie messe a disposizione e poi ancora il coordinamento del lavoro dei circa 25/30 chirurghi italiani che eseguiranno gli interventi live. Un complesso lavoro d'equipe dunque, possibile solo in una struttura altamente organizzata".

"Per i pazienti - continua - sarà un’ottima opportunità perché verranno impiegate le più moderne tecnologie e i device di ultima generazione", sottolinea Rossi. Nelle sale operatorie sarà infatti istallato il laser a femtosecondi, la più elevata tecnologia oggi a disposizione per l’intervento alla cataratta. E ancora, verranno impiantati dei cristallini artificiali di ultima generazione, in grado cioè di correggere i difetti di vista sia da vicino che da lontano. La chirurgia 'live' verrà eseguita in triplette, ovvero tre interventi alla volta intervallati poi da un momento in aula per un confronto teorico.

"Questo evento conferma l’impegno del nostro gruppo - sostiene Rossi - a organizzare e partecipare eventi di scambio scientifico, per promuovere sempre interventi e approcci all’avanguardia in campo oculistico". Le stesse sale operatorie che ospitano la live surgery, durante tutto il resto dell’anno, accolgono, tra gli altri, circa 400 interventi di retina, per i quali l’Unità operativa di oculistica è un punto di riferimento regionale, proponendo approcci diversi in base alle esigenze del paziente: dal laser alla vitrectomia, fino alla chirurgia episclerale".

"Oltre alla rottura di retina - spiega Rossi - l'Unità operativa di oculistica si occupa delle patologie che riguardano l'occhio nel suo complesso". Le prestazioni chirurgiche si eseguono in regime di ricovero ordinario, in Day Hospital-Day Surgery, oppure in chirurgia ambulatoriale.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI