Home . Salute . Sanità . Malati con la valigia, mezzo milione in grave disagio

Malati con la valigia, mezzo milione in grave disagio

SANITÀ
Malati con la valigia, mezzo milione in grave disagio

Immagine di repertorio (Fotogramma)

In Italia sono quasi un milione e mezzo ogni anno i 'malati con la valigia', che per farsi curare si mettono in viaggio verso ospedali lontani dalla loro città o dalla regione di residenza. Pendolari della salute, 400 mila dei quali in situazioni di grave disagio. Partiranno da questi dati i lavori del convegno 'La migrazione sanitaria, un fenomeno in crescita. Ubi Banca e CasAmica, un incontro di valore', in programma martedì 20 marzo a Milano, dalle 10 preso la sede di Ubi Banca in via Fratelli Gabba 1.

Un appuntamento organizzato per discutere "ad ampio spettro del diffuso, ma poco conosciuto fenomeno della migrazione sanitaria - spiegano i promotori - con focus sui risultati, ottenuti finora da CasAmica Onlus sul fronte dell'assistenza logistica ed emotiva ai malati fuori sede e sulle prospettive future". Giulio De Rita del Censis fotograferà le dimensioni dell''esodo' presentando i risultati della ricerca 'Migrare per curarsi, il racconto di un fenomeno fantasma', realizzata lo scorso anno dall'Istituto di ricerca su incarico dell'associazione CasAmica, attiva da oltre 30 anni nell'accoglienza verso i 'malati migranti' e i loro familiari.

Un impegno che sta per ampliarsi. Durante i lavori, infatti, la presidente e il direttore di CasAmica, Lucia Vedani e Stefano Gastaldi, illustreranno il progetto 'Sempre più vicini ai malati lontani da casa e alle loro famiglie: CasAmica apre le porte dell'accoglienza anche a Roma e Lecco', che consentirà di ospitare 2 mila malati e familiari in più all'anno, rispetto ai 4 mila che già vengono accolti nelle case del capoluogo lombardo.

Al convegno meneghino Clara Moreschi, responsabile Sitra (Servizio infermieristico tecnico riabilitativo aziendale) della Fondazione Irccs Carlo Besta di Milano, spiegherà la collaborazione trentennale tra l'Istituto neurologico e CasAmica, concentrandosi sulle difficoltà vissute dai pazienti costretti a un viaggio della speranza.

Guido Arrigoni, presidente dell'associazione 'A casa lontani da casa' - nata da un progetto di Prometeo, Avo Milano, Lilt Milano e CasAmica, e impegnata nell'accoglienza dei malati che si spostano per ragioni di salute verso la Lombardia e il suo capoluogo - esplorerà i bisogni dei migranti della salute per migliorare gli interventi di sostegno e accoglienza.

Infine Guido Cisternino, responsabile Terzo settore ed Economia civile di Ubi Banca, descriverà l'esperienza di Ubi Comunità a supporto del mondo del volontariato, anche attraverso l'utilizzo di strumenti di investimento quali i fondi etici promossi presso la propria clientela. In riferimento al fondo Ubi Pramerica Bilanciato Etico , collocato nell'autunno 2017 da Ubi Banca e gestito dalla Sgr del gruppo, verrà presentato un caso di collaborazione innovativa e di successo tra profit e non profit che consente la devoluzione a favore del progetto CasAmica di 200 mila euro da parte di Ubi Banca, rivenienti dalle commissioni di collocamento, e di un ammontare pari al 4% delle commissioni di gestione annue del fondo, maturate nel 2018 e fino a un massimo di 50 mila euro annui, da parte di Ubi Pramerica Sgr. A moderare l'evento sarà Elio Silva, editorialista dell 'Sole 24 Ore'.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI