Home . Salute . Sanità . Eutanasia, si torna in piazza

Eutanasia, si torna in piazza

SANITÀ
Eutanasia, si torna in piazza

(Fotogramma)

Oggi si torna in piazza per "la libertà di scegliere come morire". In mattinata una delegazione dell'Associazione Luca Coscioni, composta da Marco Cappato, Mina Welby, Carlo Troilo, Filomena Gallo, Marco Perduca e Marco Gentili, incontrerà il presidente della Camera Roberto Fico, per consegnare le 130 mila firme dei cittadini italiani a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare per l'eutanasia legale.

"A 5 anni dal deposito delle firme di 67 mila cittadini sulla proposta di legge dell'Associazione Luca Coscioni per la legalizzazione dell'eutanasia, poi sottoscritta in totale da 130 mila persone, il Parlamento non ne ha discusso nemmeno un minuto - lamenta l'Associazione in una nota - La proposta è attualmente incardinata nelle commissioni Affari sociali e Giustizia della Camera".

Da qui l'organizzazione di una manifestazione davanti a Montecitorio cui seguirà la riunione dell'Intergruppo parlamentare sul fine vita, promossa sempre dall'Associazione Luca Coscioni, che nella XVIII legislatura conta già 34 parlamentari impegnati nella richiesta di immediata discussione della legge popolare.

"Vogliamo richiamare ciascun parlamentare a confrontarsi con la grande questione sociale che Marco Pannella definiva della 'morte all'italiana', cioè dell'eutanasia clandestina e dell'accanimento contro i malati", ha dichiarato Marco Cappato, il tesoriere dell'associazione imputato per la morte di Dj Fabo. La raccolta delle firme proseguirà in giro per l'Italia e in Rete, "fino a quando il Parlamento si farà vivo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.