Home . Soldi . Economia . Governo, Squinzi: ''Renzi? Ha captato i problemi ma aspetto i fatti''

Governo, Squinzi: ''Renzi? Ha captato i problemi ma aspetto i fatti''

ECONOMIA
Governo, Squinzi: ''Renzi? Ha captato i problemi ma aspetto i fatti''

Roma, 26 feb. - (Adnkronos/Ign) - Prima di rilasciare "una certificazione di qualità" sul governo di Matteo Renzi "aspettiamo fatti e dati alla mano". Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi è molto cauto nell'esprimere giudizi sul nuovo esecutivo. Lui che era stato protagonista di un attacco molto duro all'indirizzo del governo di Enrico Letta, al quale aveva intimato un ''cambio di passo'' senza cui sarebbe stato meglio andare al voto. Ma sul disarcionamento di Letta, Squinzi respinge ogni allusione. "Non siamo un partito politico, non abbiamo determinato nulla". "Ho stima di Enrico Letta ma nel suo governo non ha mantenuto le promesse specie quelle sul taglio del cuneo fiscale e delle semplificazioni" fattori sui quali, ha aggiunto Squinzi, "abbiamo dovuto rilevare mancanze".

Tornando a Renzi "nei suoi discorsi al Senato e alla Camera - ha detto partecipando a un convegno a Roma - ha captato i fattori su cui dobbiamo intervenire, ma, ho atteso sette-otto mesi per esprimermi sull'ex governo Letta, ora aspetto che Renzi mantenga gli impegni". Nel merito la promessa del taglio di 10 miliardi del cuneo fiscale promesso dal neo premier "è il fattore minimo, è la condizione minima che noi chiedevamo". Detto questo, rilancia Squinzi in audizione al Senato, ''il sistema delle imprese è pronto a rinunciare a tutti i trasferimenti, purché il ricavato vada a incidere su costo del lavoro e, in modo particolare, sul cuneo fiscale''.

Altro punto la legge Fornero. La riforma Fornero sul mercato del lavoro ''non ha soddisfatto nessuno, perché non ha migliorato la flessibilità in uscita e ha peggiorato la flessibilità in entrata''. Da qui l'augurio di Squinzi che ''il nuovo governo possa intervenire''.

All'indomani delle previsioni Ue sull'Italia, il numero uno degli industriali si dice ''preoccupatissimo''. "Noi stiamo strisciando sul fondo''. Ci sono ancora "segnali di grave difficoltà" e "segnali di cali preoccupanti che -ha riferito Squinzi- ci arrivano per esempio da Federalimentari". "Non aspettiamoci - ha ribadito - una ripresa a breve".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.