Home . Soldi . Economia . Alitalia: sindacati, inaccettabili 2.251 licenziamenti ma confronto continua

Alitalia: sindacati, inaccettabili 2.251 licenziamenti ma confronto continua

ECONOMIA

Nuova fumata nera nel confronto tra Alitalia e i sindacati sui 2.251 esuberi, previsti dal piano industriale presentato da Etihad. L'incontro che si è svolto questo pomeriggio tra azienda e le delegazioni di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil trasporti e Ugl non ha fatto altro, infatti, che rimarcare la contrapposizione tra le parti con la compagnia che conferma il numero di eccedenze di personale e i sindacati che respingono questa richiesta.

Nonostante le difficoltà, il confronto procede e già domani è previsto, nel pomeriggio, un nuovo incontro incentrato su piloti e assistenti di volo. Come hanno riferito i sindacati al termine dell'incontro, che si è svolto presso un hotel del centro nella capitale, l'azienda ha indicato nel dettaglio gli esuberi previsti dal piano di Etihad per i diversi profili professionali presenti in azienda.

Il numero complessivo di 2.251 comprende 787 lavoratori in cassa integrazione a zero ore fino al 2015, 1.084 lavoratori di terra e 380 naviganti, di cui 122 piloti e 258 assistenti di volo. La fuoriuscita di questi lavoratori consentirebbe di arrivare all'organico di 11.470 che chiede Etihad. (segue)

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI