Home . Soldi . Economia . Alitalia taglia rotte nazionali, compagnie low cost all'attacco

Alitalia taglia rotte nazionali, compagnie low cost all'attacco

da Ryanair e Vueling a Easyjet, nuove rotte e più servizi

ECONOMIA
Alitalia taglia rotte nazionali, compagnie low cost all'attacco

Compagnie low cost all'assalto dei cieli italiani. Mentre 'Alihad', ottenuto il via libera della Ue, si prepara al decollo, le aviolinee straniere a basso costo, da Ryanair e Vueling a Easyjet, non allentano la presa sul mercato domestico nazionale. Anzi. Intensificano sempre di più la loro offensiva puntando proprio a coprire tutte le rotte nazionali che Alitalia, con il nuovo piano, ha deciso di tagliare e aumentando i collegamenti internazionali. Gli obiettivi sono ambiziosi, e certo non li nascondono, visto che l'intenzione è quella di "conquistare" milioni di passeggeri italiani.

Che la campagna d'Italia sia nel vivo lo stanno a dimostrare le 'missioni' che i vertici di compagnie ormai consolidate, come Ryanair, e altre in forte crescita, come la spagnola Vueling, hanno compiuto nelle ultime settimane nel nostro Paese per presentare la programmazione per i prossimi mesi. Piatto forte, per tutte, è sicuramente l'incremento dei voli per molte destinazioni europee. Ma non solo. Se pur con approcci diversi, i vettori low cost puntano anche sul miglioramento del servizio. Ne è la prova la svolta 'buonista' di Ryanair, che ha introdotto importanti novità come la possibilità di portare a bordo il secondo bagaglio, o Vueling che sui propri voli offre nuovi servizi 'premium', che vanno dalla priority boarding ai pasti caldi. Lontani, insomma, i tempi in cui il motto imperante era 'no frills' per volare a tariffe stracciate.

Sicuramente, c'è un fatto nuovo nello scenario dell'industria del trasporto nazionale che il ceo di Ryanair, Michael O'Leary, sembra aver colto al volo quando ha dichiarato di essere pronto a 'supplire' ai tagli che effettuerà Alitalia. L'alleanza con Etihad, infatti, determinerà uno spostamento del baricentro del network di Alitalia dal breve-medio al lungo raggio. Già con l'orario invernale l'ex compagnia di bandiera ha soppresso alcuni i collegamenti nazionali point-to-point, operati da Air One. Una netta inversione di rotta rispetto al piano Fenice, il business plan con il quale era decollata, nel 2009, l'ormai vecchia Alitalia Cai, che puntava sullo sviluppo del breve-medio raggio con un ridimensionamento dei collegamenti intercontinentali. Complessivamente, la flotta operativa di Alitalia, cioè gli aeromobili effettivamente impiegati, è scesa a 126 aerei rispetto ai 134 di settembre e ai 137 di un anno fa, e a uscire sono aeromobili di medio raggio A321 e A320.

Se le compagnie low cost già l'hanno avuta vinta in questi anni, quando Alitalia strategicamente puntava sul medio raggio, è verosimile che ora per i vettori a basso costo si prospetti una nuova florida stagione di crescita in Italia. Dopo aver trasportato 200 milioni di passeggeri da e per l'Italia dal suo primo volo, Ryanair punta ad arrivare, il prossimo anno, a 26 milioni di passeggeri. Sugli aeroporti romani, dove opera 47 rotte, la previsione è quella di trasportare 6,3 milioni di passeggeri. Nella programmazione invernale, da Ciampino la compagnia irlandese opererà 42 rotte, con l'apertura di quattro nuovi collegamenti (Atene, Colonia, Crotone e Lisbona). In crescita anche Fiumicino con due nuove rotte per Barcellona e Bruxelles.

Non è da meno Vueling. Un anno fa la sfida lanciata dalla compagnia low cost del gruppo Iag, nato dalla fusione tra British Airways e Iberia era quella di far diventare Roma il secondo hub dopo Barcellona. "Missione compiuta", ha annunciato il presidente e ceo Alex Cruz. In un anno, l'aviolinea è passata dalla quarta alla seconda posizione nel ranking dei posti offerti dall'aeroporto di Roma Fiumicino e a settembre ha raggiunto l'11% della capacità totale offerta dall'aeroporto. Nel 2015 Vueling procederà con il suo programma di espansione con la previsione di offrire 4 milioni di posti, 56 rotte da Roma, 48 internazionali e 8 nazionali, 19 delle quali nuove.

Vueling punta sulle destinazioni turistiche ad alta richiesta come le isole greche ma anche su città europee come Londra, Nizza, Budapest, Vienna e Bilbao. Sul mercato nazionale, Vueling collegherà Roma con Lampedusa. Per sostenere questa crescita, la compagnia ha messo a disposizione 14 aerei Airbus A320, con una capacità di 180 passeggeri, di cui 9 a Roma e 1, rispettivamente, a Torino, Catania, Bari, Palermo e Genova.

Sicuramente, l'approccio di Vueling sul mercato italiano vuol essere meno aggressivo rispetto a Ryanair. Se per O'Leary il taglio di rotte da parte di Alitalia è "uno sprone per continuare a migliorare e crescere", il numero uno di Vueling parla di complementarità con Alitalia. "Non guardiamo a quello che fanno i competitor. L'importante è che la rotta funzioni e ci consenta di crescere".

Anche Easyjet non sta a guardare con nuovi voli per la Germania, come quelli da Malpensa, prima base in Italia con 49 rotte, per Stoccarda e Monaco e un ricco pacchetto offerte peri l 2015. Amsterdam sarà ancora più facilmente raggiungibile dal nord Italia, grazie ai nuovi voli in partenza da Venezia. Aumenta poi l’offerta dal centro, sud Italia e isole. Salgono a 6 le rotte operate dall’aeroporto di Pisa, grazie al nuovo collegamento fra lo scalo toscano e Manchester. Continua anche la crescita dei collegamenti per coloro che volano da Napoli: Olbia e Atene si aggiungono alle 29 destinazioni operate dall’aeroporto di Capodichino. Da Olbia sarà anche possibile recarsi ad Amsterdam, grazie a due voli a settimana. Per coloro che risiedono in Sicilia e in Puglia, infine, sono in arrivo due voli a settimana sulle nuove tratte Catania-Bristol e Brindisi-Londra Gatwick.

Il dinamismo delle compagnie low cost in Italia non si esaurisce qui. C'è, infatti, un altro fronte sul quale si mostrano attive: quello delle assunzioni di personale italiano. Vueling sta avviando le selezioni per assumere 50-60 piloti italiani, attingendo al bacino di Alitalia, Meridiana e anche altre compagnie. Ryanair cerca assistenti di volo in tutta Europa e dal 13 novembre al 6 dicembre si svolgeranno 'recruitment day' in diverse città italiane.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI