Home . Soldi . Economia . S&P declassa l'Italia, il rating scende a 'BBB-'. Pesano assenza crescita e aumento debito

S&P declassa l'Italia, il rating scende a 'BBB-'. Pesano assenza crescita e aumento debito

ECONOMIA
S&P declassa l'Italia, il rating scende a 'BBB-'. Pesano assenza crescita e aumento debito

Standard & Poor's taglia il rating dell'Italia a 'BBB-'. La decisione dell'agenzia di rating riflette la revisione al ribasso delle stime del pil e la persistente bassa inflazione. L'outlook è stabile.

A pesare sull'economia italiana è anche "il difficile ambiente di business che continua a gravare sulle prospettiva di ripresa del Paese". Secondo S&P, la debolezza della crescita in Italia "ha inciso più del previsto sulla dinamica del debito pubblico". E, secondo i criteri dell'agenzia di rating, un aumento del debito pubblico di queste proporzioni, insieme alla crescita bassa e alla competitività peggiorata, "non sono compatibili con un rating 'BBB'".

L'outlook stabile riflette l'aspettativa che il governo "possa gradualmente implementare le riforme strutturali" e che i bilanci delle famiglie "possano rimanere abbastanza forti per assorbire ulteriori aumenti del debito pubblico". S&P tiene in considerazione anche il fatto che la politica monetaria della Banca centrale europea "continuerà a sostenere una normalizzazione dell'inflazione in Italia e dei suoi partner commerciali dell'Eurozona". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.
TAG: rating, Italia, BBB